UN ITALIANO IN DIFFICOLTÀ

Licenziato e malato, vive in strada: "Per me niente hotel come per i migranti"

A Sesto San Giovanni, vicino Milano, un uomo di 62 anni, da tempo malato di cuore, è finito a vivere per strada dopo il licenziamento. Ma lo Stato non lo sta aiutando in alcun modo: "Sono disperato, frustrato e stanco"

Francesco Vozza
Licenziato e malato, vive in strada: "Per me niente hotel come per i migranti"

A Sesto San Giovanni, vicino Milano, un italiano di 62 anni, da tempo malato di cuore, si ritrova oggi a vivere per strada, dopo aver lavorato onestamente per 39 anni. Purtroppo la crisi economica ha causato il suo licenziamento e a peggiorare le cose è arrivato anche un infarto. Così, dopo questa serie di sciagure, Gianfranco è finito a dormire sulle panchine, senza ricevere alcun aiuto da parte dello Stato, che invece tutela al meglio gli immigrati: "Per i profughi ci sono alberghi e comunità. Per me, che ho 39 anni di onesto lavoro e una patologia cardiaca, c’è solo la strada.". Poi l'uomo ha spiegato più nel dettaglio la sua triste situazione: "Il mio cuore, già malato dopo che per 30 anni ho fatto la guardia giurata di notte, non ha retto alla vita di strada - ha raccontato ai giornali -. Sono disperato, frustrato e stanco. Dopo 39 anni di lavoro e un’invalidità del 75 per cento non ho nemmeno diritto alla pensione. Ora mi dicono che devo aspettare i 67 anni. Intanto non ho nemmeno i soldi per mangiare.". E mentre le istituzioni fanno finta di nulla, per Gianfranco sta provando a muoversi il Gruppo accoglienza disabili di Cinisello: "È assurdo che in una città come Sesto manchi un servizio di accoglienza per chi rimane solo ed ha problemi fisici conclamati.".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU