sacrificati sull'altare dell'opportunismo politico?

Filmarono i curdi. La Turchia arresta due reporter svedesi. O forse no

L'agenzia di stampa turca Dogan: "Due giornalisti tv arrestati ed espulsi". L'emittente di Stoccolma: "No, solo interrogati"

Redazione
Filmarono i curdi. La Turchia arresta due reporter svedesi. O forse no

Due giornalisti svedesi sono stati arrestati a Diyarkabir, provincia a maggioranza curda nel sudest della Turchia, dopo che avevano fatto delle riprese nei pressi di una zona militare, scrive l'agenzia Dogan. I due reporter di una tv svedese, identificati soltanto con le iniziali L.N.B. e R.A.S., sono stati arrestati dalla polizia turca per aver filmato vicino a un quartier generale dell'esercito. Dopo gli interrogatori sono stati trasferiti alla sezione della polizia che si occupa delle espulsioni degli stranieri, scrive Dogan.

Secondo la tv pubblica svedese, SVT, per cui lavorano i giornalisti Stefan Asberg e Niclas Berglund, i reporter non sarebbero in realtà in arresto, come scritto dall'agenzia Dogan, ma sarebbero stati interrogati e risdpediti a Istanbul. Forse per non aggravare la situazione, il caporedattore Esteri di SVT Ingrid Thornqvist ha dichiarato sul sito della rete che la situazione è tranquilla e "si tratta di qualcosa che non succede soltanto ai nostri giornalisti, ma accade ogni giorno lì attualmente; possono continuare il loro lavoro. La situazione è tranquilla e stanno tornando a casa". Chi mente e chi dice la verità?

Questo mese le autorità turche hanno espulso un giornalista francese che era stato arrestato nei pressi del confine turco-siriano. Olivier Bertrand, che lavora per il sito di notizie Les Jours, era stato arrestato a Gaziantep. Parigi aveva definito la detenzione "scioccante".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU