immigrazione e violenza

Marocchino stuprava la figliastra 14enne, minacciandola di morte. Arrestato dopo 3 anni

Dopo la denuncia della ragazzina l'orco ha potuto girare liberamente per ben 3 anni. Solo lunedì la condanna

Redazione
Marocchino stuprava la figliastra 14enne sotto minaccia di morte. Arrestato dopo 3 anni

Foto da internet

I fatti risalgono al 2013 quando, un immigrato marocchino di 55 anni, che conviveva con una donna rumena e con la figlia minorenne della donna, approfittava dell'assenza da casa della compagna, per costringere la ragazzina a ripetuti rapporti sessuali sotto minaccia di morte.

Dopo anni di vessazioni, la giovane ha trovato il coraggio di denunciare le gravi violenze di cui è stata vittima e sono iniziate le indagini della Polizia, che hanno consentito di identificare il marocchino come autore degli abusi. Solo lunedì 17, la sentenza di condanna è diventata definitiva e così gli Agenti della Polizia del Commissariato di Alcamo, dopo un intero giorno di ricerche, sono riusciti a rintracciare lo straniero presso un'abitazione diversa dal suo domicilio. L'immigrato deve ora scontare una condanna di 11 anni e 7 mesi per le violenze sessuali aggravata e continuata perpetrate in danno della minorenne presso il carcere di Pagliarelli di Palermo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU