immigrazione violenta

Picchiarono e torturarono coppia di anziani con un ferro da stiro. Presi i due vigliacchi

Arrestati due marocchini, altri due, sempre marocchini, sono stati denunciati. Sono gli autori della crudele rapina con aggressione del 20 luglio ai due coniugi di Piacenza d'Adige, con una sfilza di precedenti alle spalle. I complimenti di Zaia ai carabinieri

Fabio Montoli
Picchiarono e torturarono coppia di anziani con un ferro da stiro. Presi i due vigliacchi

Foto cronaca

Sono passati al pomeriggio chiedendo di poter tagliare l'erba del giardino della piccola casetta in affitto. In realtà, lo scopo, era solo quello di fare un breve sopralluogo. Infatti, alla notte, incappucciati, sono penetrati nell'abitazione degli anziani coniugi Bendini, di 87 e 86 anni. Hanno sorpreso la coppia nel sonno, e hanno iniziato, senza pietà, la loro vigliacca azione.

L'anziano uomo, reduce anche da una delicata operazione, prima era stato minacciato con un coltello, poi gli hanno rovesciato addosso un mobile, per poi legarlo a terra assieme alla moglie. La povera donna era stata gettata a terra e picchiata brutalmente, per poi torturarla con un ferro da stiro incandescente, per farsi dare i codici del bancomat.

"Vi prego, non fateci del male", le parole dell'anziana donna. "Prega il tuo Dio allora", la risposta del disgraziato marocchino. Sì, perché secondo quanto si è appreso, sarebbero tutti marocchini con vari precedenti alle spalle e irregolari in Italia. 
Le indagini, estese anche fuori Regione, si sono concluse, ieri, appunto con il fermo dei due immigrati stranieri, acciuffati nella Bassa padovana, e la denuncia di altri due, sempre stranieri, sempre marocchini. La rapina si concluse con un bottino di 300 euro, alcuni monili d'oro, lasciando le vittime legate sul pavimento. La donna riuscì miracolosamente a liberarsi e a chiamare il 112. La coppia venne ricoverata in ospedale.

"Tre efferati delitti risolti in brevissimo tempo. La collana di successi dei Carabinieri si allunga. Per il crimine è stata un'estate calda ma, se tanto mi dà tanto, per i delinquenti si profila un autunno infuocato di altre stangate". Queste le parole del Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che esprime i suoi complimenti e la sua gratitudine. "Credo di interpretare i sentimenti di tutti i veneti per bene, per alcuni nuovi successi fatti registrare dall'Arma. Preso l'assassino della prostituta rumena uccisa a Verona il 28 agosto scorso - continua Zaia - presi due marocchini e denunciate altre due persone perché responsabili dell'orrenda rapina del 20 luglio a due anziani di Piacenza d'Adige, uno dei quali ferito persino con un ferro da stiro, e si è poco fa appreso di un terzo successo investigativo in Veneto, ancora una volta contro autori di rapine in abitazione. Presi - conclude Zaia - un verbo che è sinonimo di vittoria, sicurezza, legalità, di quello che la gente chiede a gran voce".

L'importante che la giustizia, ora, faccia la sua parte, aggiungiamo noi. Rimettere certe bestie in libertà, renderebbe vano il lavoro investigativo, e apriremmo loro la porta per un altro, efferato, spietato, feroce, crudele, disumano e magari non punito, delitto.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU