il leader a Pontida 2016

Salvini: il futuro passa dalla libertà

"Mai più schiavi di altri in Italia, guardiamo alle alleanze populiste in Europa". "Ognuno padrone a casa sua"

Alessandro Morelli
Salvini: il futuro passa dalla libertà

Foto ANSA

Vent'anni e non sentirli, è questo il grande risultato della Pontida 2016 che scocca nei giorni della mitica adunata sul Po del 1996. Il pratone quest'anno ha dato luce a vari aspetti oltre a quelli del cuore e dei colori del Carroccio e ancora una volta la politica è stata protagonista. Governatori, giovani e futuro, questo il fil rouge con cui il segretario Matteo Salvini ha voluto che la tre giorni avesse luogo mentre a Milano l'organizzatore di Forza Italia, Stefano Parisi, ha organizzato una manifestazione per "rilanciare il centrodestra" alla quale hanno partecipato alcuni esponenti dell'Era berlusconiana che il Populista vi ha riportato nei giorni scorsi.


In attesa di incontrare il fondatore di Forza Italia in queste ore, Salvini ha lanciato un pesantissimo sasso anche a chi a livello interno è disposto ad accordi a scatola chiusa con il leader di Arcore. "Se qualcuno pensa che il futuro della Lega sia quello di un piccolo partito servo di qualcun altro, di Berlusconi o di Forza Italia, ha sbagliato" è un marchio che Salvini intende dare alla guida del Carroccio e che è accolto con un boato dalla folla accorsa sotto il palco; d'altronde le scommesse di Salvini, dall'uscita dall'euro agli accordi internazionali con i partiti populisti, sono coraggiose e in questa occasione ha inteso chiarire che durante la sua segreteria chi fa accordi con la Lega li fa buttando il cuore oltre l'ostacolo. "Voglio cambiare il paese ma come voglio io, voglio accordi scritti con il sangue", perché, dice Salvini "non mi interessa prendere il 4% e venti parlamentari di cui non me ne faccio nulla, non mi interessano le poltrone. Accordi al ribasso non se ne fanno". 

Messe le cose in ordine, Salvini rilancia sul prossimo obiettivo in agenda: il referendum renziano sul quale la Lega ha già costituito comitati a sostegno del "NO" ma dopo aver sconfitto Renzi, annuncia il leader leghista: "Presenteremo una nostra riforma sarebbe in senso federale con una sola camera con il proporzionale, il presidenzialismo, i referendum sui trattati internazionali, il vincolo di mandato e i giudici eletti dal popolo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU