inginocchiato in stazione davanti ai binari

Venezia: pregava Allah con mannaia e sanpietrino. Arrestato e condannato

Il giudice ha inflitto all'uomo, un 23enne, un anno e otto mesi di detenzione, il che peraltro significa che, se incensurato, non passerà in carcere nemmeno un giorno

Alfredo Lissoni
Venezia: pregava Allah con mannaia e sanpietrino. Arrestato e condannato

Foto ANSA

È stato condannato lunedì per direttissima il turco che pregava Allah alla stazione di Venezia, con tanto di mannaia (retrogradi noi, che siamo rimasti a messali e rosari). Il giudice ha inflitto all'uomo, un 23enne, un anno e otto mesi di detenzione, il che peraltro significa che, se incensurato, non passerà in carcere nemmeno un giorno.


Il 23enne turco era stato bloccato domenica mattina a Venezia dalla Polizia davanti alla stazione con una mannaia e un sampietrino nello zaino mentre pregava con gesti enfatici. L'uomo è stato portato in un centro di identificazione ed espulsione, in attesa che vengano compiute tutte le verifiche sui suoi documenti turco-tedeschi di identità, sui quali gli investigatori nutrono più di un sospetto. Gli agenti sono intervenuti perché l’uomo, di fede musulmana, si era messo a pregare, insieme ad un connazionale, steso per terra, sulla piattaforma in attesa di salire su un treno. Un comportamento che ha insospettito i poliziotti.


I due fermati sono A. K., 24 anni, nato a Mersin (Turchia) ma domiciliato in Slovenia, e Ozturk Ayhan. A quest'ultimo, nel corso della perquisizione, gli agenti hanno trovato la mannaia, uno spacca-carni di quelli usati dai macellai, lungo circa 30 centimetri. In più aveva anche una pietra affilata, tipo sanpietrino. L’uomo avrebbe risposto in modo vago e molto confuso alle domande dei poliziotti, dando segni di squilibrio. 



LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU