Presidenziali americane

Usa 2016, Mosca sbugiarda Hillary Clinton. Trump dice di temere elezioni truccate

Il Cremlino smentisce le ipotesi di presunti attacchi informatici russi. Il rivale la accusa invece di rifiutarsi di parlare di islam radicale: "Hillary è il diavolo"

Redazione
Usa 2016, Mosca sbugiarda Hillary Clinton. Trump teme elezioni truccate

Hillary Clinton e Donald Trump. Composizione da foto ANSA

Hillary sempre più in difficoltà: nonostante i sondaggi favorevoli, viene smentita con decisione dal Cremlino e attaccata da Trump. Le infantili accuse della signora Clinton a Mosca su un presunto coinvolgimento nel cyber attacco ai server del partito democratico per influenzare la politica americana non va giù ai russi, coi quali i rapporti della ex first lady sono ormai molto più che deteriorati, i quali replicano senza mezzi termini bollando le accuse, che mostrano la debolezza della candidata, come "scandalose" e "offensive". Neppure le autorità americane si sono ufficialmente sbilanciate, limitandosi solo a parlare di un possibile coinvolgimento della Russia senza però presentare alcuna denuncia ufficiale. Anche la Casa Bianca si è mossa con cautela, cercando di non peggiorare una situazione già delicata per il partito democratico e i rapporti diplomatici con la Russia. Hillary, invece, ha puntato il dito contro Putin scatenando l'ira di Mosca, che secondo le accuse di Hillary avrebbe fatto un favore al suo rivale diffondendo email imbarazzanti relative al periodo in cui lei era segretario di stato.

Trump intanto dichiara di temere che le elezioni "saranno truccate": un'affermazione molto dura, senza precedenti da parte di un candidato presidenziale. La denuncia del tycoon, se rappresentasse qualcosa di più di una frase estemporanea, significherebbe che per la prima volta potrebbe essere interrotta la tradizione americana di elezioni in un contesto sereno e democratico. "Ho paura che le elezioni saranno truccate, devo essere onesto", ha ribadito il candidato repubblicano durante un incontro a Columbus, in Ohio. Trump ha poi aggiunto di avere sentito "sempre più" voci secondo cui le elezioni potrebbero non svolgersi regolarmente. Il timore è più che comprensibile, considerando che i repubblicani avrebbero truccato le primarie in modo da consentire a Hillary Clinton di battere Bernie Sanders. Trump aveva già in precedenza alluso a possibili irregolarità, riferendosi alle mail rese pubbliche che suggerivano di esprimere una preferenza per la Clinton. Trump sottolinea inoltre che la sfidante ha ottenuto fondi da regimi musulmani e rifiuta di parlare di islam radicale: "Hillary è il diavolo"

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit

È morto Fidel Castro
cuba piange il lider maximo

È morto Fidel Castro

Fidel è morto
la vignetta di krancic

Fidel è morto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU