Profezia o analisi politica?

Il beato Charles de Foucauld già nel 1916 scriveva: "Così l'Islam ci dominerà"

Le parole del religioso, vittima della jihad un secolo fa: "Vogliono sterminare o sottomettere i non musulmani, per stabilire l'Islam su tutta la terra"

Redazione
Il beato Charles de Foucauld già nel 1916 scriveva: "Così l'islam ci dominerà"

Charles De Foucauld. Da crisismagazine.com

Il 29 luglio del 1916 Charles Eugène de Foucauld, visconte di Pontbriand, in religione fratel Carlo di Gesù, cappellano militare francese in Algeria, esploratore del deserto del Sahara e studioso della lingua e della cultura dei Tuareg che due mesi dopo sarebbe diventato una vittima della jihad, scrisse una lettera a René Bazin, dell'Accademia Francese. Le parole del religioso, nato a Strasburgo il 15 settembre 1858 e proclamato beato il 13 novembre 2005 da papa Benedetto XVI, più che come una profezia suonano come una lucida analisi politica e fanno riflettere ancora oggi.

"Ritengo", scriveva de Focauld, "che se, lentamente, dolcemente, i musulmani del nostro impero coloniale del Nord Africa non si convertono, sorgerà un movimento nazionalista simile a quello della Turchia. Si formerà un'élite intellettuale nelle grandi città, educata in Francia, ma senza lo spirito né il cuore francese, un'élite che avrà perso la fede islamica, ma che ne conserverà il nome per influenzare attraverso di essa le masse". In un altro passaggio, il religioso si chiede se i musulmani potranno o meno diventare un giorno veri francesi. "Eccezionalmente sì, ma in generale no. Molti dogmi fondamentali dell'islam si oppongono ai nostri principi. Con alcuni, e penso ai musulmani liberali che hanno ormai perso la fede, ci sono accomodazioni possibili. Ma con altri, e mi riferisco a coloro che aspettano il Madhì, non v'è nessuna possibilità di accordo. Escludendo i liberali, i musulmani credono che, giungendo i tempi del Giudizio Universale, verrà il Madhì che proclamerà una guerra santa per stabilire l'islam su tutta la terra, dopo aver sterminato o soggiogato tutti i non-musulmani".

"Secondo la loro fede, i musulmani", scriveva dempre de Focauld nel 1816, "ritengono l'Islam come la loro vera casa e i popoli non-musulmani come destinati a essere sopraffatti da loro o dai loro discendenti. Considerano la sottomissione a una nazione non-musulmana come una situazione transitoria. La loro fede li assicura che usciranno vincitori da questo scontro con gli europei che oggi li dominano... Loro possono preferire un Paese a un altro, come preferiscono la Francia alla Germania perché ci ritengono più miti; possono intrecciare amicizie con tale o tal’altro francese; possono combattere con grande coraggio per la Francia, per sentimento o per onore; possono dimostrare spirito guerriero, fedeltà alla parola, come d'altronde i mercenari dei secoli XVI e XVII. Ma, di norma, esclusa qualche eccezione, finché saranno musulmani, non saranno dei veri francesi. Aspetteranno con più o meno pazienza il giorno del Madhì, quando allora attaccheranno la Francia".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Gigantesca tegola su frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit
sondaggio shock: il 67% vuole lasciare la Ue

Gigantesca tegola su Frau Merkel: i tedeschi vogliono la Dexit


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU