vicenda montepaschi

Renzi straparla di banche, il mondo politico si infuria

Il Premier: "La mia priorità è anche cancellare il potere dei politici nelle banche". Brunetta: "In quel di Mps si sono rubati 40 miliardi di euro. Fuori i nomi". Fedriga: "Ha sacrificato i risparmiatori". Monti: "Colpa sua, non mia"

Redazione
Renzi straparla di banche, il mondo politico si infuria

Foto ANSA

"L'Italia sta combattendo per evitare del tutto il bail in, perché anche un soft bail in potrebbe essere un disastro per la credibilità e la fiducia. Questa è la ragione per cui ho combattuto per una soluzione di mercato" per Mps. Il premier Matteo Renzi lo ha detto martedì in un'intervista a Cnbc, aggiungendo una frase che non sappiamo volesse essere seria o una battuta: "La mia priorità è anche cancellare il potere dei politici nelle banche". Prevedibili le reazioni del mondo politico nostrano. "Nel Monte dei Paschi di Siena, dal dopoguerra a ieri, non si muoveva foglia che il Pci-Pds-Ds-PD non avesse voluto. Questo doveva dire Renzi, invece ha detto 'la sinistra'. Ma lui è anche segretario del PD, non se ne può lavare le mani". Lo ha detto martedì Renato  Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a In Onda, su La7.


"Seconda cosa che dico al premier: fuori i nomi, non basta una denuncia sociologica. In quel di Mps", accusa Brunetta, "si sono rubati 40 miliardi di euro, nel tempo. E io voglio i nomi di tutti quelli che hanno ricevuto soldi solo perché erano amici degli amici del Pci-Pds-Ds-PD, quella che Bersani chiama la 'ditta'. Io avevo chiesto la Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche, Renzi aveva detto di sì a stretto giro di posta, poi non se n'è fatto più nulla. Io voglio la Commissione parlamentare d'inchiesta, bicamerale, che in sei mesi o un anno dia una relazione sul sistema bancario italiano in generale e su Mps in particolare. Caro Renzi, non sociologismi, ma nomi", ha sottolineato Brunetta.

Sul tema delle banche il Premier è stato attaccato anche dalla Lega. "Matteo Renzi è ormai una macchietta. Prima fa approvare dal parlamento il bail in e ora invece dice di volerlo combattere. Quando poi sostiene di voler cancellare il potere dei politici nelle banche diventa addirittura ridicolo, come se i cittadini non conoscessero la storia di Mps o di Banca Etruria. Adesso basta, Matteo Renzi in modo arbitrario e irresponsabile ha scelto di sacrificare i risparmi di una vita di moltissimi cittadini pur di tutelare dirigenti incompetenti e spesso criminali. Quando affronta temi che riguardano il futuro economico del paese dovrebbe cominciare ad avere almeno la decenza di dire la verità", ha dichiarato Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega alla Camera.


E una tegola è arrivata al Premier sul groppone nientemeno che da Mario Monti. "Gettando la colpa su me stesso e su Enrico Letta per la situazione del sistema bancario italiano Matteo Renzi lancia accuse sbagliate e distorce la realtà", ha dichiarato l'ex Premier al Corriere della Sera. "Tra il 2011 e il 2013 il sistema bancario, con l'eccezione (affrontata) di Mps, non presentava problemi e non chiedeva aiuti", ha sottolineato Monti. "Attribuire le attuali difficoltà ai precedenti governi distorce la realtà". E così facendo "finisce per fare il proprio danno oltre che quello del Paese. Se avessimo sostenuto il sistema bancario con fondi pubblici", ha continuato Monti, "avremmo aggravato la già precaria situazione dello Stato, con il probabile default. In tal modo, per risolvere un problema non esistente, ne avremmo creato uno gigantesco. Essendo gli attivi delle banche largamente investiti in titoli di Stato, con la geniale idea oggi sbandierata da Renzi avremmo travolto sia lo Stato sia le banche".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...
come dire la verità ridendo e scherzando

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU