"Non salvano persone: fanno del malaffare"

Salvini: "È giusto sequestrare le navi di quelle Ong che rifiutano i controlli"

L'equipaggio della "Iuventa" è accusato di avere "favorito l'immigrazione clandestina". Il leader leghista: "Aiutiamo gli immigrati a casa loro, in Africa"

Redazione
Salvini: "È giusto sequestrare le navi di quelle Ong che rifiutano i controlli"

Salvini e la Iuventa. Composizione con foto ANSA

"Questa Ong tedesca ha detto che non vuole controlli a bordo, non vuole la Polizia a bordo e non vuole fornire informazioni sugli scafisti. Ebbene io non ti fermo a Lampedusa per fare dei controlli, ti sequestro la nave, perché se non vuoi la Polizia del mio paese a bordo, se non vuoi dirmi chi ti dà i soldi, se non vuoi darmi i nomi degli scafisti, non stai salvando delle persone, stai facendo del malaffare, e quindi non sono soddisfatto se li controllano per due ore e poi ripartono. Un paese normale, con un governo normale, a fronte di una presa in giro di questo genere ti blocca l'imbarcazione nel porto di Lampedusa". Così Matteo Salvini intervistato mercoledì mattina su Radio 24 in merito al fermo della nave Iuventa della Ong tedesca Jugend Rettet, bloccata in nottata al largo di Lampedusa.

"Stessimo aiutando donne e bambini in fuga dalla guerra nessun problema. Il problema - ha aggiunto il leader leghista - è che i numeri ci dicono che il 90 per cento di chi ritiene di scappare dalla guerra viene riconosciuto come clandestino tout court, e il problema è che non si aiuta l'Africa svuotandola dei suoi ragazzi migliori ma la si aiuta investendo là i soldi per garantire là un futuro a questi ragazzi. Si possono usare i 4 miliardi e 600 milioni di euro che butteremo via come cittadini italiani quest'anno per mantenere in albergo 180mila aspiranti profughi? Se intervistate qualunque missionario vero che lavora in Africa vi dice che con gli stessi 4 miliardi noi non aiutiamo a stare in albergo per un annetto 180mila presunti profughi, ma aiutiamo circa 5 milioni di bambini, scavando pozzi d'acqua, costruendo scuole e ospedali".

Gli investigatori del Servizio Centrale Operativo, della Squadra Mobile di Trapani e del Nucleo Speciale d'Intervento della Guardia Costiera hanno eseguito il sequestro preventivo della motonave "Iuventa", battente bandiera olandese ed operante per conto dell'Organizzazione non Governativa tedesca "Jugend Rettet", così come disposto dal Gip del Tribunale di Trapani. La magistratura ha rilevato il reato di "favoreggiamento dell'immigrazione clandestina". L'imbarcazione è stata bloccata al porto di Lampedusa, sotto la sorveglianza del Servizio centrale operativo della Direzione centrale anticrimine della Polizia con l'ausilio della Squadra Mobile di Trapani. Il fermo amministrativo è stato disposto dal procuratore aggiunto Ambrogio Cartosio e dal sostituto procuratore Andrea Tarondo, che da mesi indagano sui rapporti tra le Ong che operano nel Mediterraneo e alcuni presunti scafisti.

I due lo scorso 10 maggio erano stati ascoltati dalla Commissione Difesa del Senato dopo le dichiarazioni diffuse dal procuratore di Catania Carmelo Zuccaro. L'episodio dal quale è scaturita l'indagine si riferisce a un intervento di soccorso della "Iuventa" eseguito il 3 novembre scorso, con trasbordo sulla nave Phoenix del Moas che sbarcò a Trapani 457 clandestini e 8 salme. I controlli sono stati eseguiti da alcuni agenti e dal tenente di vascello Paolo Monaco, comandante della capitaneria di porto di Lampedusa, che ne ha parlato come di "un normale controllo dei documenti dell'equipaggio a della nave stessa". I pm hanno richiesto al Gip del tribunale di Trapani, oltre alla perquisizione, il sequestro dell'imbarcazione. "Come avvenuto in precedenti fermate a Lampedusa e come parte di una procedura standard, il nostro equipaggio è stato interrogato" da ufficiali. Così ha scritto sul suo profilo Twitter Jugend Rettet, della Ong tedesca.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane
contestano le nuove regole per le prestazioni agevolate

Scuola a Lodi, scoppia la protesta delle mamme musulmane

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"
la denuncia del presidente magiaro

Orban: "L'Ue non vuol fermare i clandestini"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU