attentato dinamitardo a torino

Le zecche rosse colpiscono ancora: bomba all'Appendino!

I sospetti si incentrano su "soggetti appartenenti all'area anarco-insurrezionalista verosimilmente appartenenti alla cellula riconducibile all'Asilo"

Redazione
Le zecche rosse colpiscono ancora: bomba all'Appendino!

Foto ANSA

Era "idoneo a esplodere" il congegno trovato all'interno della busta sospetta indirizzata alla sindaca di Torino, Chiara Appendino, e intercettata in Municipio. Lo rende noto la Questura di Torino, secondo cui il gesto sarebbe riconducibile "a soggetti appartenenti all'area anarco-insurrezionalista verosimilmente appartenenti alla cellula riconducibile all'Asilo", il centro sociale sgomberato il 7 febbraio dalla polizia.  "Scuola A. Diaz. Via C. Battisti 6, 16145 Genova": è questo il mittente della busta. La scritta è tracciata in stampatello su un foglio bianco attaccato al plico. 

Se qualcuno pensa di intimidirmi si sbaglia di grosso". Lo scrive sui social la sindaca di Torino Chiara Appendino. "Avanti, più determinata di prima" aggiunge ringraziando "tutte e tutti per i messaggi di vicinanza e solidarietà".

"Esprimo piena solidarietà alla sindaca di Torino Chiara Appendino, vittima di un gravissimo atto intimidatorio. L'intero governo è al suo fianco. Lo Stato non permetterà che minacce del genere le impediscano di esercitare appieno il suo ruolo". Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il plico, di piccole dimensioni è stato sottoposto allo scanner dalla polizia municipale. Gli artificieri hanno già provveduto a mettere in sicurezza la busta, spedita in Comune per posta ordinaria. La seduta del Consiglio comunale è stata chiusa e rimandata alla prossima settimana.

"L'ordigno esplosivo inviato alla sindaca di Torino rappresenta in modo incontrovertibile un chiaro gesto terroristico perpetrato da soggetti che agiscono in modo eversivo contro le istituzioni democratiche". A dirlo il segretario generale del Siulp di Torino Eugenio Bravo a proposito del plico inviato a Chiara Appendino. "Sarebbe un grave errore considerare un gesto tanto grave come un semplice atto provocatorio attesa la micidialità del plico e la sua potenziale efficacia di attentare alla incolumità delle persone - sottolinea Bravo - il grande lavoro fatto dalla Questura e dalle forze dell'ordine che hanno magistralmente contenuto la manifestazione di sabato, non resterà un caso isolato ma le forze di polizia, continueranno senza tregua a combattere questi professionisti del disordine difendendo lo Stato di diritto"

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il Governo MaZinga mette una pietra tombale sull'Autonomia
il prof bruno galli: "sacrificata al salva-poltrone"

Il Governo MaZinga mette una pietra tombale sull'Autonomia

Fotonotizia / Torna il acqua la nave dei centri sociali
salvini: "Spero che nessuno pensi a un governo dei porti aperti"

Fotonotizia / Torna in acqua la nave dei centri sociali

Milano, il sindaco Pd dice no all'Autonomia. Protesta la Lega
Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata
Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata

Pola 18 Agosto 1946: la strage dimenticata

“Siamo tutti sulla stessa barca”? Certo, ma cominciando dagli italiani...
Don Piacentini: ora i centri sociali e l’ultrasinistra ne disturbano pure la Messa

“Siamo tutti sulla stessa barca”? Certo, ma cominciamo dagli italiani...

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia

E per alcuni fu "reddito di scrocconeria"...
l'inchiesta shock di la7 in sicilia

E per alcuni fu "reddito di scrocconeria"...


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU