In piazza contro il premier

Renzi contestato anche a Palermo, da studenti e lavoratori delle aziende in crisi

I dipendenti licenziati, senza stipendio e in mobilità si lamentano del disinteresse del governo, mentre i giovani dicono No alla riforma costituzionale

Redazione
Renzi contestato a Palermo da studenti e lavoratori delle aziende in crisi

La protesta degli studenti. Da Facebook

Proseguono le contestazioni contro Matteo Renzi, che sta girando l'Italia nel disperato tentativo di raccattare qualche consenso alla riforma costituzionale in vista del voto di domenica. Venerdì mattina è arrivato a Palermo, dove ad attenderlo ha trovato gli operai della fallita Keller e i lavoratori di Sviluppo Italia Sicilia, la partecipata regionale in liquidazione, che hanno affisso striscioni sulle transenne che delimitano Piazza Castelnuovo, dove il premier ha tenuto il suo comizio. Sono 180 gli ex operai della fallita Keller, che a Carini (Pa) produceva materiale rotabile, in mobilità fino a novembre del 2017.

"Chiediamo - ha spiegato Stefano Ventimiglia della Rsu Fim Cisl della Rsu Keller - che la politica non si dimentichi di noi, e garanzie occupazionali dopo la vendita delle aree dello stabilimento Keller alla società Omer, che si occupa di componente di materiale rotabile". Insieme ai metalmeccanici sono scesi in piazza anche i dipendenti di Sviluppo Italia Sicilia, la partecipata regionale in liquidazione che saranno licenziati dal 1 gennaio 2017, e che da 18 mesi sono senza stipendio.

A pochi passi dal Teatro Politeama, un corteo di studenti, partito dal Teatro Massimo ha sfilato in segno di protesta contro il governo. I giovani hanno scandito cori contro Renzi, esponendo cartelli e striscioni con le scritte "Cacciamo Renzi" e "Via Renzi dalla Sicilia". Il corteo è arrivato fino all'incrocio tra Via Mariano Stabile e Via Ruggero Settimo. I giovani hanno manifestato la loro contrarietà alla visita bruciando un manichino con la foto del premier, poggiato sull'asfalto sopra una bandiera del Partito democratico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU