VIOLATO IL DECRETO SALVINI

Orlando, primo cittadino dei Clandestini

Leoluca Orlando da Palermo lancia il guanto di sfida alle leggi italiane. Il Sindaco non si oppone a Salvini, ma al popolo italiano

Andrea Lorusso
Orlando, primo cittadino dei Clandestini

Foto ANSA

Come se un Anti Cristo diventasse parroco, così Leoluca Orlando Sindaco di Palermo, lavora ed agisce nel nome del popolo straniero. Il primo cittadino siciliano ha firmato i primi quattro provvedimenti per iscrivere all’anagrafe libici e bengalesi, dai 26 ai 49 anni con permesso di soggiorno umanitario e come richiedenti asilo, nonostante il Decreto Salvini ne vieti la possibilità.

Era stato il primo a lanciare il guanto di sfida, impartendo l’ordine agli uffici: “di sospendere la legge 132 del 2018”, ma ovviamente i dipendenti hanno risposto picche, dati i risvolti legali della procedura. Sì perché per Orlando non si poneva il problema che cittadini italiani potessero perdere il posto di lavoro, l’importante era fare eco contro il Ministro degli Interni.

Per aggirare l’ostacolo allora, sul portale anagrafe ha agito in prima persona, usando le proprie credenziali. Adesso sono 200 le pratiche in attesa di essere illecitamente registrate. Dal Viminale sono stati tranchant: “Chi violerà la legge ne risponderà.”

Prima che intervenga un Tribunale però, ci sarà la condanna del consenso, da cattivo amministratore. A Palermo dal 2009 in poi il tasso di occupazione è in costante calo, e dopo Napoli, è la grande città con la peggiore performance. “Una situazione in caduta libera. Da Palermo partono ogni anno 10 mila persone, emigrano verso il Nord e all’estero non solo i giovani più capaci ma anche gli operai specializzati del manifatturiero.”

A dirlo è la stessa Cgil locale. Ben 3.781 imprese cancellate nel periodo 2009-2016. Evidentemente il Sindaco Orlando non aveva medaglie al petto d’appuntarsi, così per uscire dal cono dei fallimenti si è erto a difensore dei clandestini. Per chi non lo sapesse infatti è al quinto mandato non consecutivo, a partire dal 1985. Forse scoperto il bluff cerca un nuovo parterre elettorale.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti
il parlamentare lega alessandro morelli svela che...

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti

Sono musulmane, Israele non fa entrare due deputate USA
trump tira fuori le palle: "ben fatto, odiano gli ebrei"

Sono musulmane, Israele non fa entrare due deputate USA

Scavi archeologici a Brescia, è polemica
Ceruti: "La ricerca Va condotta da professionisti veri"

Scavi archeologici a Brescia, è polemica

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti
il parlamentare lega alessandro morelli svela che...

Crisi di Governo: i retroscena spiegati in tre minuti

Crisi di Governo, Salvini stacca la spina e la Rete percula Conte
il premier non era d'accordo, i netsurfers lo massacrano

Crisi di Governo, Salvini stacca la spina e la Rete percula Conte

Salvini a testa in giù. E la Sinistra tace
la stampa tedesca fa proprio il linguaggio delle zecche rosse

Salvini a testa in giù. E la Sinistra tace

Prove d'inciucio Pd-Cinquestelle?
la favoletta rossa: "Il Pd è ricco di tante personalità, divise sono un disastro"

Prove d'inciucio Pd-Cinquestelle?


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU