VIOLENZA SULLE DONNE

Tunisino ubriaco aggredisce e minaccia di morte l'ex ragazza

L'uomo ha seminato il panico per ore in un bar di Vercelli, decisivo l'intervento delle Forze dell'Ordine.

Redazione
Manifestazione contro la violenza sulle donne

Foto ANSA

Lo scorso 28 maggio è stato arrestato dalla Polizia a Vercelli, D.M., un tunisino di 31 anni pluripregiudicato per reati contro la persona e per reati sportivi. A far scattare le manette all'uomo, la chiamata alle Forze dell'Ordine che indicava come, verso le 01.30, l'individuo stesse creando problemi in un rinomato locale cittadino, cercando di malmenare  la co-titolare del bar con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Brutale l'immagine che gli uomini in divisa si sono ritrovati di fronte, con il tunisino sporco di sangue, che urlava contro la donna rannicchiata in un angolo, minacciando sia lei sia gli altri clienti dell'esercizio, riparatisi fuori per paura della furia della sua furia.


Non è stato facile per la Polizia, avere la meglio sull'uomo, in evidente stato di ubriachezza e presumibilmente sotto effetto di sostanze stupefacenti, e dalla corporatura robusta e molto muscolosa. Persino dopo essere stato ammanettato e condotto nell'auto della pattuglia, ha cercato numerose volte di darsi alla fuga, di avere una colluttazione con gli agenti oltre che cercare di auto lesionari il corpo, e sferrare violenti calci contro il finestrino del mezzo. Ma la sceneggiata era appena iniziata, difatti una volta arrivati presso gli uffici della Questura di Via San Cristoforo, il tunisino ha iniziato, seppur ammanettato, a danneggiare gli arredi circostanti, e neppure l'arrivo dei sanitari è riuscito a placarlo. In primis non ha permesso a nessuno di avvicinarlo, arrivando poi a minacciare ed ingiuriare tutti i presenti.


Solo verso le 3.00 del mattino, si è riusciti a calmarlo e a portarlo in ospedale sotto scorta, dove, terminate le visite mediche di prassi, è stato arrestato con l'accusa di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Arresto che è stato convalidato, con rito direttissimo, al termine del quale lo straniero verrà messo agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Si finge medico, abusa di una donna
a PORTO SANT'ELPIDIO nelle marche

Si finge medico, abusa di una donna

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU