Vincent Lambert: ma che vi ha fatto di male?

L’eutanasia della ministra macroniana e immigrazionista

Il ministro della salute francese Agnès Buzyn, a nome del governo, ha deciso di ricorrere in Cassazione contro la decisione della Corte d’appello di Parigi di riprendere le cure di Vincent Lambert, l’infermiere quarantaduenne che si trova in stato vegetativo da dieci anni. Un’ostinazione che non si spiega, quella del governo Philippe, se si pensa che, appena il 20 maggio scorso, la stessa Corte parigina, cui i genitori avevano fatto ricorso, aveva ordinato di riprendere l’alimentazione

Giuseppe Brienza
L’eutanasia della ministra macroniana e immigrazionista

Il ministro della salute francese Agnès Buzyn, impegnata in prima persona in un progetto pro-immigrati

Il primo ministro francese Édouard Philippe, nominato da Emmanuel Macron il 15 maggio 2017, ha deciso di ricorrere in Cassazione contro la decisione della Corte d’appello di Parigi di riprendere le cure di Vincent Lambert, l’infermiere quarantaduenne che si trova in stato vegetativo da dieci anni, sulla cui sorte in Francia, e non solo, si sono mobilitate decine di migliaia di persone.

La vicenda è iniziata nel 2008 e, nelle ultime settimane, è tornata sulle prime pagine. Ma chi è Vincent Lambert? Vincent Lambert è un infermiere, di 42 anni che, rimasto vittima di un incidente stradale, è (discutibilmente) in stato dichiarato in “stato vegetativo” dal settembre del 2008.

La decisione di ricorrere al supremo tribunale per porre fine alla sua vita è stata annunciata il 31 maggio dal “ministro delle Solidarietà e della Salute” Agnès Buzyn, teoricamente un tecnico (è medico ematologo) ma, di fatto, sostengono le opposizioni, espressione dei Poteri Forti e degli ambienti ideologicamente determinati a imporre l’eutanasia in Francia (cfr. Pierre-Alain Depauw, Agnès Buzyn, une ministre de la Santé en faveur de l’euthanasie et proche du Grand Orient de France, in Medias-Presse.Info, 14 juin 2017).

Le “solidarietà” (al plurale) che vuole perseguire con il suo dicastero, di conseguenza, sono quasi esclusivamente dirette agli immigrati, meno ai cittadini (e ai malati, come Vincent Lambert) francesi (cfr. Pierre-Alain Depauw, Agnès Buzyn rassure: les coupes budgétaires ne se feront pas au détriment des migrants. Pour les Français, c’est une autre histoire…, in Medias-Presse.Info, 2 août 2017).

La macchina che serve a fornire artificialmente alimentazione e idratazione a Vincent Lambert doveva già essere stata staccata dieci giorni fa, ma all’ultimo momento i giudici hanno accolto l’appello della madre di Vincent “e di molti attivisti che a lei si sono affiancati in questa battaglia per la vita” (Governo francese contro la ripresa delle cure a Vincent Lambert, in L’Osservatore Romano, 2 giugno 2019, p. 2).

A questo punto, sulla decisione di mantenere o meno in vita il paziente, si sarebbe dovuta esprimere l’Onu, assurta a nuovo “Grande Fratello” mondiale. Siccome l’apposita Commissione delle Nazioni potrebbe impiegare molto tempo, ecco l’intervento a gamba tesa della ministra macroniana e immigrazionista.

Anche la Santa Sede si è espressa sul “caso Lambert”, definendo l’attacco al suo diritto alla vita una grave violazione della dignità della persona. Nelle stesse ore della sospensione dell’alimentazione artificiale, anche da Papa Francesco è arrivato l’appello a pregare “per quanti vivono in stato di grave infermità. Custodiamo sempre la vita, dono di Dio, dall’inizio alla fine naturale” (20 maggio 2019).

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin
Tradotto in italiano il film sulla “Grande fame” in Ucraina

L’Holodomor, lo sterminio di 6 milioni di ucraini voluto da Stalin

"Trump? Mi violentò in un camerino"
ricostruzione surreale e sospetta

"Trump? Mi violentò in un camerino"

Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!
Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!

L’arcivescovo Michel Aupetit: “Abbiamo vergogna della fede dei nostri avi?”

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara
colpito il capo dell'Esercito

Etiopia: tentato golpe nello stato di Amhara

Albania, terra di martiri…
Ernest Simoni, il sacerdote mai arreso al comunismo

Albania, terra di martiri…


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU