prodi: "lo Stato diventi azionista per difendere le imprese"

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

Diceva che con l'euro avremmo lavorato un giorno in meno. Il lavoro lo abbiamo perso del tutto. Adesso i compagni lo riesumano e lui torna a dispensare perle di saggezza...

Redazione
Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

"L'Iri qui non c'entra nulla. Non è più tempo. Cassa depositi e prestiti è sicuramente uno strumento per l'azione dello Stato. Quando è necessario bisogna pensare a una partecipazione pubblica di minoranza nelle imprese anche per difendere da mire straniere le aziende indispensabili al nostro futuro": lo afferma Romano Prodi, in un'intervista al Corriere della Sera. "Non è statalismo: basta guardare a quello che fanno i francesi", ha osservato l'ex premier, "difendere gli interessi nazionali non è un affare da sovranisti. Naturalmente mi auguro che il necessario intervento pubblico sia un fatto temporaneo".

Sul Mes, il terrificante debito che ci renderà schiavi per almeno dieci anni e per rifondere il quale di sicuro i Governi che verranno taglieranno scuola, sanità e altri servizi e magari imporranno patrimoniali e scippi bancari, Prodi gigioneggia e dice che "è un prestito senza condizionalità e a un tasso più basso di quello di mercato. 'Facciamo senza' è un'espressione che si può permettere chi i soldi li ha. E se non li prendiamo ci indeboliamo pure sull'altra trattativa" sul recovery fund. In altre parole, siamo con l'acqua alla gola e dobbiamo cedere agli usurai?-

L'ex presidente della Commissione europea, l'uomo che diceva che con l'euro avremmo lavorato un giorno in meno e che ha accettato un cambio lira-euro che ci ha messo in ginocchio e dimezzato in un sol colpo i nostri sudati risparmi, vede il rischio di un'esplosione della rabbia sociale: "Un pericolo che si corre proprio se non si aiutano coloro che hanno più motivi per protestare. Per questo insisto che bisogna costruire un clima capace di comporre gli interessi di tutti. Tutti aspettano una risposta ai loro problemi. Sa che cosa fa la gente adesso? Risparmia più di prima, perché ha paura. Mentre dobbiamo innescare un processo esattamente contrario. Ossia incentivare la domanda di consumi e di investimenti. Dalle crisi si esce solo aumentando la domanda: quella pubblica e quella privata". La gente risparmia? Tra tasse aumentate (e non dilazionate, come promesso) e prezzi dei beni di prima necessità schizzati alle stelle per colpa degli avvoltoi, cosa dovremmo mai risparmiare? 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese
voleva protestare contro il dl salvini

Dirottò un bus: il pm chiede 24 anni per il senegalese

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita
ma dove li trovano tutti questi soldi?

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita

Il Bonus vacanze? Non se lo caga nessuno...
dubbia pensata per rilanciare il turismo post-covid

Il Bonus vacanze? Non se lo caga nessuno...

Il ponte di Genova resta ai Benetton
tante sceme dei pentastellati e poi...

Il ponte di Genova resta ai Benetton


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU