addio, samurai

Bastardi jihadisti: Cristian, da manager a imprenditore. Ucciso dall'Isis

Proclamato nell'udinese il lutto cittadino. La famiglia chiede riserbo: le sue due gemelline di tre anni non sanno che papà non tornerà più

Redazione
Bastardi jihadisti: Cristian, da manager a imprenditore. Ucciso dall'Isis

A Feletto Umberto, paese in comune di Tavagnacco (Udine), tutti conoscevano Cristian Rossi, una delle vittime italiane dell'attacco terroristico di Dacca. Cristian era sposato e lascia due gemelline di appena tre anni. "Una famiglia distrutta", come ha detto il sindaco di Tavagnacco, Gianluca Maiarelli, esprimendo "la vicinanza dell'amministrazione comunale e la disponibilità a mettersi a disposizione per qualunque tipo di esigenza possa avere la famiglia in questi giorni". In occasione dei funerali, ha riferito il sindaco, l'amministrazione pensa già di "proclamare il lutto cittadino". La famiglia, però, ha chiesto riservatezza, in particolare per proteggere le due bambine, ignare della morte del papà.


Ma Cristian, divenuto imprenditore tessile dopo essere stato precedentemente manager del settore, ha lasciato il vuoto anche in chi lo aveva conosciuto sul lavoro. "Un gran lavoratore, estremamente preciso e competente. Pronto a trovare sempre il lato positivo delle cose": è così che gli ex colleghi ricordano l'imprenditore friulano. Per anni aveva lavorato per la Bernardi come buyer proprio in Bangladesh, dove aveva il compito di comprare la merce e seguire i fornitori. E proprio grazie all'esperienza maturata, quando il gruppo tessile friulano aveva cessato l'attività, si era messo in proprio avviando con un collega un'attività di importazione di capi di abbigliamento realizzati nelle fabbriche di Dacca per conto di aziende italiane.


Un ricordo di apprezzamento viene anche dal mondo sindacale: "Era una persona di spirito, anche nei momenti più difficili riusciva sempre a fare la battuta per sdrammatizzare le situazioni e fare gruppo", ricorda il segretario provinciale della Filcams Cgil di Udine, Francesco Buonopane, che aveva avuto modo di conoscerlo durante i delicati momenti della vertenza sindacale della Bernardi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU