Vergogna italiana

I terremotati in piazza a Montecitorio: "Chiediamo rispetto da parte del Governo"

Tanti i primi cittadini presenti, a reggere i gonfaloni dei rispettivi comuni. Sugli striscioni, slogan per trasmettere lo sfinimento delle popolazioni colpite

Redazione
I terremotati in piazza a Montecitorio: "Chiediamo rispetto da parte del Governo"

Foto ANSA

Circa duemila persone in rappresentanza di decine di comuni delle zone colpite dal terremoto hanno manifestato giovedì a Roma in Piazza Montecitorio. La protesta ha coinvolto numerosi amministratori locali delle province di Teramo, L'Aquila, Pescara e Chieti. "L'Abruzzo merita rispetto, soprattutto dal governo. Vogliamo certezze sul futuro senza alcuna esitazione viste le tragedie che si sono consumate sul suo territorio, a cominciare dall'albergo di Rigopiano", ha spiegato il presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco. Gli amministratori e le popolazioni dei paesi terremotati, arrivati nella Capitale a bordo di 40 pullman, lamentano di essere lasciati soli dopo le molte promesse che sono state fatte prima da Renzi e poi da Gentiloni, che però non si sono ancora concretizzate in fatti concreti che possano davvero aiutare chi col sisma ha perso tutto.

"Le province dell'Abruzzo non possono più sottacere alla situazione di grave emergenza che stanno vivendo. I parlamentari prendano in mano la situazione e predispongano risposte utili secondo quanto previsto dal loro ruolo. Questa situazione di stallo è intollerabile", ha aggiunto. Tanti i primi cittadini in piazza, a reggere i gonfaloni dei rispettivi comuni. Sugli striscioni slogan per trasmettere lo sfinimento delle popolazioni colpite dalla doppia emergenza, il sisma e il maltempo. "Noi a Basciano abbiamo 4 chiese, e sono tutte e 4 cadute. Gli sfollati sono 150 su 2mila abitanti. Eppure ospitiamo anche una ottantina di immigrati. Delle 4 scuole che abbiamo, non ce n'è una sola che sia a norma. Siamo gente orgogliosa. Non ci facciamo sentire. Ma ora è il momento di darci una mano", ha spiegato Ercole De Filippo, vicesindaco del piccolo comune abruzzese.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Iwobi: "Gentiloni, quali sarebbero i 'risultati importanti' sull'immigrazione?"
"Pd partito dell'illegalità e della clandestinità. Salvini premier"

Iwobi: "Gentiloni, quali sarebbero questi 'risultati importanti' sull'immigrazione?"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU