l'Italia sotto assedio

Da 2mila islamici a 2 milioni in un paio di decenni

La crescita in Italia del numero di islamici è avvenuta molto più rapidamente rispetto tutti gli altri paesi della UE. E il numero assoluto è destinato a salire ancora

Redazione
Da 2mila islamici a 2milioni in un paio di decenni: l'Italia sotto un silenzioso e pericoloso assedio

Foto d'archivio

Si parla ogni giorno di immigrati che scappano dalla guerra, di numeri, di sbarchi, di gente che, dovrebbe essere solo di passaggio. Se ne parla invece sottovoce, quasi con vergogna e, se si può, cercando di ometterla, dell'identità religiosa e di chi, oggi, è residente e stabile nel nostro Paese.

Ebbene, dai 2 mila musulmani residenti nella penisola negli anni 1970, siamo arrivati ai quasi 2 milioni alla fine del 2015. È evidente, perciò, la rapida crescita della presenza islamica nel nostro Paese, e il numero è destinato a salire ancora molto. Il sociologo Massimo Introvigne, direttore del Centro studi nuove religioni (Cesnur), "ci rassicura", e precisa però che, al momento, non si può parlare di "islamizzazione", termine da usare più in Paesi dove i musulmani sono in netta maggioranza.

"Però - spiega Introvigne all'AdnKronos - È un dato che colpisce, anche perché negli anni 1970 erano tra i 2.000 e i 3.000". A differenza di altri Paesi come Francia e Inghilterra, dove il trend è costante da decenni, la crescita in Italia è avvenuta più rapidamente e il numero assoluto è destinato a salire. Un vero e proprio assedio, silenzioso e pericoloso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU