x-files di casa nostra

Creature misteriose nel Triveneto

“Ho spalancato gli occhi e ho visto uno strano essere che si muoveva nell’aria ondeggiando. Era alto un metro e mezzo, con tuta e guantoni grigi e con il volto coperto da una sorta di passamontagna..."

Redazione
Creature misteriose nel Triveneto

Il 7 gennaio 1995 una signora di S.Foca (Pordenone), mentre usciva dalla casa di un’amica, veniva colpita in pieno da un fascio di luce bianca. “Ho spalancato gli occhi e ho visto uno strano essere che si muoveva nell’aria ondeggiando. Era alto un metro e mezzo, con tuta e guantoni grigi e con il volto coperto da una sorta di passamontagna. Istintivamente mi sono riparata con un braccio, pensando che volesse portarmi via. Mi guardava con due occhi piccoli, neri e lucidi. Ho avuto la netta sensazione, mentre mi fissava dal basso verso l’alto, che emettesse un borbottio incomprensibile, quasi stesse cercando di comunicare con me. Avrei voluto parlargli ma non ne ho avuto il coraggio. Temevo volesse portarmi via. Improvvisamente si è staccato dal suolo ed è volato via producendo un ronzio simile a quello di uno sciame di vespe. E da allora non l’ho mai più rivisto”, ha dichiarato la testimone, che ha richiesto l’anonimato temendo il ridicolo.

Il 22 luglio dell’anno seguente, alle ore 22.30, due giovani di Vicenza vivevano un’esperienza allucinante. A parlare è Carlo Lenci, un programmatore informatico di 23 anni, istruttore di arti marziali. “Io e Jennifer, la mia fidanzata, eravamo sdraiati sull’erba a guardare le stelle, sulla collina Gogna dei monti Berici, non lontano da casa mia, quando, tutt’a un tratto, ci siamo accorti che gli animali stavano scappando via dal bosco, terrorizzati. Subito dopo, un silenzio assoluto , immediatamente seguito da un gracchiare metallico modulato”.

“Mi sentivo osservata da qualcosa che si trovava nel boschetto dietro di me”, racconta Jennifer. “Ho guardato e ho visto due grandi occhi ovali scuri, neri, tra le foglie”. “Tira su la coperta e andiamo via, ho detto a Jennifer”, prosegue Carlo. “E proprio in quell’istante ho visto un’ombra venire giù dalla collina ed arrivare quasi in un batter d’occhio dietro alla mia fidanzata. Era come un grosso mantello che si muoveva a zig zag. Da lontano sembrava basso, circa un metro d’altezza, ma quando si è fermato a 50 centimetri da Jennifer, la sovrastava in altezza. Questo essere aveva due occhi enormi e rossi come il fanale di una macchina. Mi sono gettato verso Jennifer per proteggerla. In quell’istante la sagoma è tornata indietro immediatamente e si è raggomitolata su se stessa”.

Dopo la brutta avventura, i due fidanzati hanno guardato l’orologio. Credevano fossero trascorsi solo cinque minuti, ma era passata oltre mezz’ora. Di quei trenta minuti mancanti i due giovani non ricordano nulla. Sul corpo del giovane Lenci gli strumenti avrebbero rilevato un irraggiamento anomalo di ultrasuoni ed elettricità...

 

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Uomini e dei. Ma dallo spazio
i misteriosi annunaki

Uomini e dei. Ma dallo spazio

La Madonna appare a S.Bonico?
miracolo a piacenza

La Madonna appare a S.Bonico?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin
prodigio nella diocesi di cotonou?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin

Creature misteriose nel Triveneto
x-files di casa nostra

Creature misteriose nel Triveneto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU