l'inkiesta scomoda

Traffico d'armi con la Libia: arresti, sequestri e...silenzio

L'ascolano Franco Giorgi, secondo gli investigatori, sarebbe stato "trattenuto" in Libia per un presunto anticipo in denaro di una fornitura di armi mai arrivata a destinazione

Redazione
Traffico d'armi con la Libia: arresti, sequestri e...silenzio

Foto d'archivio

I carabinieri dei ROS di Ancona, martedì, hanno eseguito un ordine di custodia cautelare a carico di un egiziano residente ad Ancarano, in provincia di Teramo, con l'accusa di intermediazione nel traffico internazionale di armi e materiali d'armamento.

Il provvedimento, firmata dal gip del tribunale di Ascoli Piceno Giuliana Filippello all'esito di indagini del procuratore capo Michele Renzo e del sostituto Umberto Monti, riguarda anche altre tre persone irreperibili, due cittadini libici, e un ascolano, Franco Giorgi, 73 anni.

Quest'ultimo, sembra, sia in Libia dal marzo 2015, apparentemente "impossibilitato" a lasciare il paese. L'inchiesta che ha portato agli arresti per traffico d'armi è partita proprio dalla sparizione di Giorgi, denunciata dai familiari un anno e mezzo fa. Secondo indiscrezioni, il 73enne ascolano sarebbe stato trattenuto in Libia da una non meglio specificata "organizzazione" per aver avuto un anticipo in denaro su una fornitura di armi mai arrivata a destinazione.

Ovviamente nessuno sa nulla e, soprattutto, nessuno ne parla. Le indagini, coordinate dalla magistratura ascolana, oltre ad essere svolte dai carabinieri del Ros di Ancona, sono coadiuvate dalla Polizia slovena e dalla Polizia londinese, in collaborazione anche con altri soggetti ritenuti participi del traffico d'armi. Non solo clandestini dunque; sembra proprio che con alcuni Paesi nordafricani il rapporto sia più solido che mai.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU