immigrazione inutile

Fa ubriacare una minorenne, marocchino pestato dal padre e dal fratello

Fa bere la ragazzina fino a mandarla in coma etilico e poi le ruba il cellulare. Il padre della ragazza lo cerca. E lo trova...

Fabio Montoli
Fa ubriacare una minorenne, marocchino pestato dal padre e dal fratello

Foto da internet

La ragazzina aveva quasi perso i sensi. I soccorritori, chiamati dalla Polizia, si sono resi subito conto che la ragazzina era ubriaca, tanto da rischiare il coma etilico. Succede sabato sera, l'amica, anche lei minorenne, agli agenti, aveva raccontato che poco prima erano state avvicinate da un marocchino. Quest'ultimo era andato in un supermercato e aveva comprato due bottiglie di alcolici. Aveva cominciato ad attaccare bottone con le due minorenni. Fino a quando le aveva convinte, quasi forzatamente, ad accettare da bere. Una delle due, quella che poi è finita all'ospedale, aveva bevuto un po' di più, ma si era comunque resa conto che non trovava più il suo cellulare.

Quando la ragazzina si è ripresa ha raccontato quello che le era successo ai genitori. Forse avrebbero preferito ricevere uno schiaffo ma non sentirsi dire che qualcuno si era approfittato della loro figlia. Capire chi era l'autore del grave fatto e del furto non deve essere stato complicato. Così come rintracciare quello straniero. Sono andati in un bar che l'immigrato, di fatto senza un lavoro, frequenta regolarmente.

Padre e fratello della ragazzina entrano nel locale. Le urla le hanno sentite i passanti e quando i tre uomini sono venuti alle mani i gestori del bar sono stati costretti a chiamare la polizia prima che la situazione finisse parecchio male. Il padre della ragazza, stando al racconto di alcuni testimoni, era furioso. Non tanto per il furto del cellulare, che poi pare sia stato già ritrovato, quanto perché lo straniero marocchino aveva mandato la figlia all'ospedale dopo avere fatta ubriacare. Sono stati dieci minuti di panico. Il marocchino è uscito malconcio, ha graffi evidenti sulla testa. La famiglia della minorenne ha deciso di dargli una sonora lezione, pur sapendo che ora rischia di subirne le conseguenze penali. 

Non è stato un incontro ravvicinato senza conseguenze per il marocchino. Sulla vicenda sono in corso le indagini della polizia che al momento mantiene la massima riservatezza sulla vicenda. Noi, diciamo solo che, la pazienza, a volte, ha un limite.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU