Caos nella giunta Raggi

Faide interne, impreparazione, vecchia politica: a Roma è già declino a 5 Stelle

I grillini della Capitale nel pantano: 5 dimissioni in rapida successione. Di Maio difende l'indifendibile, ma il Movimento è dilaniato da una guerra tra bande

Marco Dozio
Faide interne, impreparazione, vecchia politica. Declino a 5 Stelle

Foto ANSA

Caos a 5 Stelle, come 5 sono le dimissioni pervenute in rapida successione, nel giro di poche ore: così la giunta di Virginia Raggi si ritrova impantanata in una crisi clamorosa. Si sono dimessi il capo di gabinetto Carla Raineri, l’assessore al Bilancio Marcello Minenna, quindi i vertici dell’Atac, l'azienda dei trasporti: il direttore generale Marco Rettighieri e l'amministratore unico Armando Brandolese, quindi l'amministratore unico di Ama Alessandro Solidoro.

In un post pubblicato la scorsa notte, il sindaco aveva annunciato la revoca dell’incarico al capo di gabinetto in seguito al parere espresso dall'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), a cui la stessa Raggi si era rivolta per chiedere una valutazione in merito alle nomine effettuate. L'ormai ex capo di gabinetto Raineri, una carriera da magistrato alle spalle, era finito nella bufera per lo stipendio lunare di oltre 190mila euro annui.

I retroscena parlano di guerra tra bande all’interno del Movimento 5 Stelle romano con il sindaco, si dice, in lacrime. La dichiarazione ufficiale ovviamente è di un altro tenore: "Stiamo lavorando per individuare delle personalità di rilievo che possano contribuire al rilancio della città. Non ci fermiamo". Anche Luigi Di Maio difende l'operato della Raggi tirando in ballo l'assedio (presunto?) di lobby e poteri forti. I nemici esterni, insomma: vecchio trucco per tentare di nascondere debolezze politiche e faide interne.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...
andarono per suonare e furono suonati

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...

Blocco navale nel Mediterraneo? Lo propone il Belgio!
Il Pd è riuscito a costringere gli Stati europei a sospendere Schengen o chiudere le frontiere

Blocco navale nel Mediterraneo? Lo propone il Belgio!

Mentana durissimo con "l'egoista" Macron
s'è passato la mano sulla coscienza

Mentana durissimo con "l'egoista" Macron


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU