La Turchia che doveva entrare in Europa

Le purghe di Erdogan: 108 giornalisti in galera e altri 820 militari cacciati

Il sultano non si ferma. Su 820 soldati congedati, 648 sono rinchiusi in carcere. La repressione si abbatte su chiunque sia sospettato di affiliazioni vere o presunte alla rete di Fethullah Gulen

Marco Dozio
Le purghe di Erdogan: 108 giornalisti in galera e altri 820 militari cacciati

Foto ANSA

Le purghe di Recep Tayyip Erdogan non si fermano. Chiunque sia sospettato di affiliazioni vere o presunte alla rete di Fethullah Gulen, l’imam accusato di aver orchestrato il golpe del 15 luglio, viene cacciato o peggio incarcerato. Il sultano ha infatti congedato altri 820 militari dell’esercito, sia delle forze terrestri sia di quelle navali.

È una nota ufficiale del ministero della Difesa a comunicare la purga. Di questi 820 soldati, 648 sono rinchiusi in carcere. Intanto secondo l’osservatorio per la libertà di stampa P24 sarebbero 108 i giornalisti detenuti in Turchia, la gran parte arrestati durante lo stato di emergenza dichiarato dopo il tentato golpe. Su 108 ben 66 sono incarcerati con l’accusa di appartenere alla rete di Gulen.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Spariti quasi 4000 finti profughi
Dal centro di via Regina Teodolinda

Como, spariti quasi 4.000 finti profughi

Afghanistan: raid americano uccide il capo dell'Isis
e meno male che i buonisti non protestano

Afghanistan: raid americano uccide il capo dell'Isis

Gloria e Marco non ce l'hanno fatta!
arrivata la conferma ufficiale della morte

Gloria e Marco non ce l'hanno fatta!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU