l'autore rinuncia alle royalties

Militare scrisse libro su bin Laden: è causa con il Pentagono

Raccontò il raid ma non chiese il permesso ai superiori. Costretto a rinunciare a 6,8 milioni di dollari di diritti editoriali e di pagamenti per i discorsi. Ammazza, che sfiga...

Alfredo Lissoni
Militare scrisse libro su bin Laden: è causa con il Pentagono

L'ex militare americano delle forze speciali che uccisero Osama bin Laden e che raccontò il raid in un libro ha deciso di rinunciare a 6,8 milioni di dollari di royalty e pagamenti per discorsi. Matt Bissonnette, ex membro del Team 6 dei Navy Seal, si è anche scusato per non aver chiesto e ottenuto dal Pentagono il via libera alla pubblicazione di No Easy Day. È quanto emerso da documenti depositati presso una corte federale e citati dal New York Times, secondo cui il soldato ha rinunciato di recente anche a 180.000 dollari per la consulenza fornita a contractor militari quando ancora era parte dei Seal.

Se un giudice accetterà, il patteggiamento sui diritti del libro metterà fine a indigini civili e penali iniziate oltre due anni fa travolgendo Bissonnette, che prima di scrivere il libro incriminato sotto il nome di Mark Owen aveva vinto vari riconoscimenti al valore per il suo ruolo in Iraq e Afghanistan. "Riconosco il mio errore e ho pagato un caro prezzo, sia personalmente sia finanziariamente, per quell'errore", ha detto l'autore del testo in un comunicato. "Mi prendo la responsabilità di non avere sottoposto a revisione il libro" pubblicato nel 2012, ha aggiunto.

Ora l'ex militare deve trasferire al governo quasi 6,8 milioni di dollari, di cui 6,7 milioni guadagnati in royalty per il libro e 100.000 dollari per sei discorsi tenuti all'inizio del 2013 prima che Washington desse l'ok alle slide usate nel corso dei discorsi stessi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU