Terrore in spiaggia

Aveva rapito una bimba di 5 anni. Arrestato e rilasciato dopo un giorno

La remissione in libertà del rapitore della bambina, già in giro per le strade di Scoglitti, fa esplodere la protesta sui social

Redazione
Aveva rapito una bimba di 5 anni.  Arrestato e rilasciato dopo un giorno

Foto d'archivio

Nuove sul caso Scoglitti. Il PM ha rilasciato l'uomo, pieno di precedenti penali, che aveva tentato di rapire una bimba di 5 anni. E così "l'orco di Scoglitti", come l'ha ribattezzato la gente del luogo, è già stato visto aggirarsi di nuovo per le vie della frazione in provincia di Vittoria (RG), dopo la remissione in libertà decisa dalla procura di Ragusa, prima di far perdere le sue tracce per sfuggire alla legge. Ram Lubhaya, lo straniero indiano 43enne che proprio nella frazione rivierasca di Vittoria qualche giorno fa aveva tentato di rapire una bambina di 5 anni, caricandosela in braccio sotto gli occhi terrorizzati e scioccati dei genitori che lo avevano poi rincorso, riprendendosi la spaventata figlioletta, è libero. 

Lo straniero, nonostante il gravissimo comportamento ancora privo di un movente, è già a spasso, in attesa della convalida del fermo a data da destinarsi. Nessun ritardo o rinvio dell'udienza di convalida. Per il sostituto procuratore si è trattato solo di un "tentativo di rapimento", e non sussistono quindi i presupposti per il mantenimento in carcere dell’indiano, ovvero la reiterazione del reato o il pericolo di fuga.

Il fattaccio era accaduto martedì pomeriggio, lungo la riviera Lanterna a Scoglitti. La famiglia di turisti presa di mira dal balordo stava ritornando dalla spiaggia in compagnia di alcuni amici. Al gruppo si era quindi avvicinato l'indiano, che aveva salutato amichevolmente i presenti, come fosse un loro amico di vecchia data. Mentre tutti si guardavano in faccia per capire chi fosse e dove avessero potuto conoscerlo, all'improvviso l'uomo si era avvicinato alla piccola e l'aveva presa in braccio scappando via. Subito i genitori, sconcertati, lo avevano rincorso per diverse decine di metri, riuscendo con difficoltà a riprendersi la figlioletta, strappandola dalle braccia del balordo.


Quest’ultimo era poi fuggito facendo perdere le proprie tracce. In aiuto della famiglia terrorizzata erano nel frattempo intervenuti altri bagnanti e i carabinieri, dopo la segnalazione al 112. I militari, poi, lo avevano bloccato nella spiaggia di Scoglitti, nel Ragusano. L'ipotesi è che stesse approfittando di un momento di disattenzione della mamma per portare via il piccolo di cinque anni. La bambina, seppure spaventata, sta bene, circondata dall’affetto di mamma e papà.

"A confermare la notizia del rilascio", ha scritto il Giornale di Sicilia, "è stato l'avvocato Fabio Giudice, legale d'ufficio dell'uomo che resta pertanto indagato a piede libero. Intanto sui social cresce la protesta per questa vicenda giudiziaria che aveva suscitato allarme nell'opinione pubblica e tra i residenti della località balneare".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU