oggetto di grande devozione e di profondi misteri

Segno Edizioni recupera la mistica Croce di San Benedetto

Il Santo di Norcia compiva miracoli e scacciava i demoni; la sua croce nasconde grandi enigmi, dalla preghiera "in codice" all'indulgenza plenaria stabilita da un papa omonimo

Alfredo Lissoni
Segno Edizioni recupera la mistica Croce di San Benedetto

Colpaccio della casa editrice Segno di Tavagnacco di Udine, che ha recuperato l'iconografia della croce di San Benedetto e ne ha messo in vendita on line e sul proprio catalogo la riproduzione, in due versioni: il rosario in legno colorato a forma di rose e la collana con la Croce di San Benedetto. Due oggetti devozionali particolarmente importanti, in quanto la tradizione religiosa attribuisce grande importanza a queste due rappresentazioni religiose. Al di là della figura del celebre Santo di Norcia (480 - 547), venerato da tutte le Chiese cristiane che riconoscono il culto dei santi, prima eremita e poi cenobita, noto per la Regola che ha ridato forza e vigore alla tradizione monastica medievale, la croce benedettina ha diversi risvolti simbolici.

Nella sua forma originale presentava una serie di lettere puntate che altro non erano che preghiere in codice, in acronimo. Su di essa di leggeva difatti:

C.S.P.B. = Crux Sancti Patris Benedicti (Croce del Santo Padre Benedetto)
C.S.S.M.L. = Crux Sacra Sit Mihi Lux (la Santa Croce sia la mia luce)
N.D.S.M.D. = Non Drago Sit Mihi Dux (non sia il demonio il mio condottiero)
V.R.S. = Vade Retro, Satana! (allontanati, satana!)
N.S.M.V. = Numquam Suade Mihi Vana (Non mi attirare alle vanità)
S.M.Q.L. = Sunt Mala Quae Libas (sono mali le tue bevande)
I.V.B. = Ipse Venena Bibas (bevi tu stesso i tuoi veleni)

Il testo di questa orazione, in distici in rima, fu rinvenuto per la prima volta in un manoscritto del 1415 custodito gelosamente presso l’abbazia benedettina di Metten in Baviera (oggi conservato presso la Biblioteca statale di Monaco); ma il culto verso questa reliquia risale almeno del secolo XI e ricevette infine l'approvazione ufficiale da un altro Benedetto, papa Benedetto XIV, che nel 1742 concesse con un "Breve" che alla medaglia e al crocifisso che la reca incastonata (noto come Crocifisso della buona Morte) venisse abbinata un’indulgenza plenaria.

Della croce esistono diverse versioni: alcune raffigurano momenti della vita del Santo e l'episodio in cui i suoi rivali cercarono di ucciderlo con un calice di vino avvelenato; e ancora, il Nursino che, abbracciato il monachesimo e lasciato l'eremitaggio, tiene nella mano destra una croce elevata verso il cielo e nella sinistra il libro aperto della santa Regola. Papa Benedetto, invece, ne disegnò la versione con gli acronimi della preghiera esorcistica. Il rosario di San Benedetto riprodotto dalla Segno è composto da un crocifisso ed una serie di rose, simbolo per eccellenza dell'amore e della coppa che raccolse il sangue di Cristo; la collana del Santo, invece, ricorderà a molti una scena del celebre film L'esorcista: il sacerdote della nota pellicola USA ne impugnava una per scacciare il demoni. Non a caso: Benedetto da Norcia fu uno dei più noti santi esorcisti della storia della Chiesa. Ed il suo simbolo, uno degli oggetti devozionali più cari alla tradizione cattolica, è considerato uno scudo contro il male, in tutte le sue forme e manifestazioni.

Rosario e croce, oltre a diversi altri oggetti, si possono richiedere direttamente alle edizioni Segno alla mail info@edizionisegno.it

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

Scuola targata Azzolina? L’ignoranza al potere…
Spiluccando dal Borghese di ottobre

Scuola targata Azzolina? L’incapacità al potere…


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU