PENSIONI IMPOSSIBILI

Finché c'è vita, c'è speranza. Trentenni dimenticati

In pensione sempre più tardi, giovani sempre più a casa e nuova spendig review alle porte

Fabio Montoli
Finché c'è vita, c'è speranza.  Trentenni dimenticati

Foto ANSA

Se la disoccupazione giovanile potrebbe avere effetti devastanti sull’età di raggiungimento della pensione per le generazioni più giovani, allora ha profondamente ragione chi vuole eliminare la discussa Legge Fornero

Il Presidente dell'INPS Tito Boeri, studiando il caso dei nostri 35enni, spiega che in caso di "una discontinuità contributiva, legata probabilmente a episodi di disoccupazione, di circa due anni", l'età pensionabile può arrivare fino alla veneranda età di 75 anni.


In parole povere una domanda ci viene spontanea: se secondo i dati INPS chi è nato nel 1980, a causa dei periodi di disoccupazione, andrà forse in pensione a 75 anni, e oggi l'occupazione giovanile è pressoché un sogno, a chi è nato nei tardi anni 90 dovremo forse consigliare di cercar di vivere fino ai 100-105 anni?


Il Ministro Padoan risponde ribadendo il concetto che il sistema pensionistico è uno dei pilastri della sostenibilità del sistema Italia.Ma se l'Italia è, come lo è, un Paese ad alto debito, allora è assai preoccupante che sia un sistema incerto e traballante, e non la crescita, a sostenere l'intero Belpaese. E come se non bastasse, per premiare gli sforzi obbligati delle amministrazioni comunali, aggiunge, che il Governo intenderà procedere con una "spending review più efficace".

Comuni, giovani e pensionati sempre più malandati e sempre più poveri,
 sembra essere la ricetta vincente di questo Governo per il nostro futuro. In breve, riassumendo, in pensione sempre più tardi, posti di lavoro che non si liberano, lavoratori anziani alla gogna, giovani a casa, disoccupazione in aumento, non possiamo che far altro che aggrapparci al santo proverbio, "finché c'è vita, c'è speranza".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU