Giro di vite

"Australia first", stile Trump: priorità ai cittadini australiani nei posti di lavoro

Il governo di Canberra ha deciso drastiche restrizioni ai visti temporanei per gli stranieri. Il premier Turnbull: "Lavori australiani, valori australiani"

Redazione
"Australia first", stile Trump: priorità ai cittadini australiani nei posti di lavoro

Foto ANSA

Drastico giro di vite sui visti temporanei di lavoro deciso dal governo australiano, che ha vara un approccio "Australia first" in puro stile trumpiano all'immigrazione qualificata, sostenendo che gli australiani devono avere priorità sugli stranieri nei posti di lavoro. Il primo ministro conservatore Malcolm Turnbull ha annunciato martedì l'abolizione del programma dei visti 457, che permetteva di vivere e lavorare in Australia fino a quattro anni e che viene ora sostituito da due nuovi visti molto più restrittivi, con esami d'inglese maggiormente severi e valutazioni rigorose della domanda nel mercato del lavoro. Notevolmente ridotte da 651 a 436 le qualifiche aventi diritto, mentre verrà impedito che il visto temporaneo di lavoro apra la strada a quello di residenza.

Il visto 457, che continuerà a essere disponibile solamente per alcune professioni come infermieri e cuochi, era stato creato per ovviare a carenze di manodopera qualificata ma era soggetto ad abusi da parte di imprese che pagavano a lavoratori stranieri salari che gli australiani non avrebbero accettato. I cambiamenti non si applicano ai 95mila lavoratori stranieri che sono già titolari dei visti 457 di quattro anni. "Siamo una nazione di immigrati, ma resta il fatto che nell'interesse nazionale i lavoratori australiani devono avere priorità sui posti di lavoro australiani", ha detto Turnbull. "Questo è il nostro impegno: lavori australiani e valori australiani", ha aggiunto il premier annunciando la decisione adottata dal governo di Canberra.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Nave anti invasione, parla il comandante: "In mare per monitorare le attività delle Ong"
nel mediterraneo la Missione "Defend Europe"

Salpa il blocco navale: "Monitoriamo le attività delle Ong"

Martina, chi era costui?
il ministro pd alla berlina su eunews

Martina, chi era costui?

Blocco navale nel Mediterraneo? Lo propone il Belgio!
Il Pd è riuscito a costringere gli Stati europei a sospendere Schengen o chiudere le frontiere

Blocco navale nel Mediterraneo? Lo propone il Belgio!

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...
andarono per suonare e furono suonati

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...

Al-Ahram si interroga: "Tutti i terroristi sono musulmani?"
sul principale quotidiano egiziano

L'Islam rigira la frittata: i terroristi siamo noi


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU