È armato e forse ferito

Continua la caccia a Norbert Fehér, il killer di Budrio che sembra svanito nel nulla

I Carabinieri hanno effettuato dei controlli in un casolare a Marmorta, una frazione di Molinella. La fuga potrebbe essere agevolata da uno o più complici

Redazione
Continua la caccia a Norbert Fehér, il killer di Budrio che pare svanito nel nulla

Foto ANSA

Nel pomeriggio di mercoledì sono stati effettuati controlli approfonditi in un casolare a Marmorta, frazione di Molinella, nella zona in cui da giorni è in corso la caccia a Norbert Fehér, il serbo 41enne accusato degli omicidi del barista Davide Fabbri e della guardia ecologica volontaria Valerio Verri. Le ricerche si concentrano tra le province di Bologna e Ferrara, coordinate dalla caserma dei Carabinieri di Molinella. Nel casolare sarebbe stata trovata una traccia ritenuta utile, forse di un passaggio recente dello straniero latitante. Via Fiume Vecchio, la strada che collega Molinella e Marmorta, è stata temporaneamente chiusa al traffico, mentre i militari con mimetiche e mitra hanno ispezionato il casolare. Sono stati portati i cani addestrati che avrebbero seguito una scia nei campi, poi nel casolare è entrato personale del Ris, per rilievi e per repertare materiale. Da Bologna è arrivato anche il Pm titolare dell'indagine, Marco Forte; non è la prima volta, in questi giorni di ricerche, che i cani fiutano delle piste.

I controlli si sono indirizzati verso alcuni casolari e in particolare in un appartamento situato all'interno di un caseggiato nel quale risiedono anche alcune famiglie di stranieri. Gli investigatori, forse sulla base di una segnalazione, ritenevano potessero essere uno spunto interessante, ma alla fine i controlli non avrebbero dato esito. Non è chiaro cosa sia stato repertato dal Ris in uno dei luoghi controllati e durante la serata è poi ripresa l'attività sistematica di ricerca, proseguita durante la notte. Fehér, che ha un cognome di origine ungherese, dovrebbe essere originario della Vojvodina, una repubblica autonoma della Serbia. Il sospetto degli inquirenti è che non si stia muovendo da solo, ma che la sua fuga possa essere agevolata da uno o più complici. Quello che era stato inizialmente indicato come "Igor il Russo" potrebbe essere rimasto ferito durante l'omicidio della guardia giurata avvenuto il 1 di aprile, ed avrebbe ancora con sé alcune armi, tra le quali il fucile e la pistola usati a Budrio.

L'uomo, che ha tre espulsioni dall'Italia alle spalle mai eseguite, sa sopravvivere per giorni nelle situazioni più estreme ed è molto allenato. Oltre ad avere un passato nelle milizie serbe, un suo ex compagno di cella ha raccontato che ogni giorno si allenava in palestra. Fehér, che sa parlare italiano, serbo, spagnolo, russo, ungherese e rumeno, è fuggito da un carcere della ex Jugoslavia insieme a Ivan Pajdek, il capo della banda che il 9 settembre 2015 ha ucciso per rapina il pensionato Pierluigi Tartari. In Serbia è ricercato per rapina e stupro, ha un mandato di cattura europeo per tre rapine commesse con la banda di Pajdek nel Ferrarese a Coronella, Mesola e Villanova di Denore e un altro per gli omicidi di Fabbri e Verri. Oltre che come russo, in passato il serbo si è anche spacciato come croato. Ha sempre sfruttato diversi alias, e non è escluso che si stia nascondendo nelle tane di animali selvatici nutrendosi di frutta e verdura che ruba nei campi. Con sé, oltre alle armi, avrebbe alcuni caricatori con proiettili.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Maria Elena e Brigitte, quando il confronto uccide
SCELTE SURREALI PER GLI INCONTRI CON LE FIRST LADIES USA

Maria Elena e Brigitte, quando il confronto uccide

Il Papa a Genova si incontra con gli imam
contestazioni contro bergoglio

Il Papa a Genova si incontra con gli imam

Il Papa a Genova si incontra con gli imam
contestazioni contro bergoglio

Il Papa a Genova si incontra con gli imam


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU