Mentre da loro le domande calano

Svizzera preoccupata per il record di clandestini traghettati in Italia dalla Libia

Il segretario di Stato elvetico all'immigrazione, Mario Gattiker, lancia l'allarme: "Non è da escludere che una parte di queste persone arrivi nel nostro Paese"

Redazione
Svizzera preoccupata per il record di clandestini traghettati in Italia dalla Libia

Foto ANSA

La pressione dei clandestini sull'Europa e sulla Svizzera non cala, come ha sottolineato giovedì il segretario di Stato elvetico all'immigrazione Mario Gattiker. "L'Italia ha già registrato una crescita del 60% degli arrivi" in confronto ai primi mesi dell'anno scorso, ha spiegato in un'intervista diffusa da diversi giornali romandi. "Non si vedono ancora gli effetti in Svizzera, ma non è da escludere che una parte di queste persone arriverà nel nostro Paese dal Ticino", precisa Gattiker. Tuttavia nella Confederazione l'aumento dei richiedenti asilo non raggiungerà il 60%. "L'attrattiva della Svizzera è diminuita con il trattamento in maniera accelerata delle domande d'asilo poco fondate presentate da persone provenienti da Paesi per i quali il tasso di riconoscimento è basso", rileva il segretario. "Attualmente l'Italia registra quasi tutti i nuovi arrivati", sostiene Gattiker notando che, per il momento, in Svizzera "le domande d'asilo sono perfino in calo in confronto al primo trimestre 2016".

In febbraio, la Segreteria di Stato dell'immigrazione aveva censito 1.507 richieste, ossia il 5% in meno che a gennaio. Comparate allo stesso periodo del 2016, le nuove domande sono diminuite del 44%. Per Gattiker, la Libia svolge un "ruolo centrale" nella situazione attuale. "Ci sono tra un mezzo milione e un milione di persone sfruttate da gruppi criminali o terroristi che organizzano un traffico di esseri umani attraverso il Mediterraneo", ha dichiarato. "Si contano circa 5.000 morti nel 2016. È inaccettabile". La Svizzera ha deciso un mese fa di coordinare le sue attività con otto Paesi europei e nordafricani per "accogliere le sfide" legate a questa rotta. La strategia mira ad aiutare la Libia a proteggere meglio le sue coste, precisa Gattiker. Oltre 35mila clandestini sono stati traghettati dalla Libia in Italia nei primi tre mesi dell'anno, secondo i dati del Viminale, con un incremento notevole rispetto allo stesso periodo del 2016. Dei 181.000 immigrati sbarcati lo scorso anno, il 90% proveniva dalla Libia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU