Pericolosi per la sicurezza dello Stato

Due tunisini, in Sicilia con permesso di soggiorno, avevano giurato fedeltà all'Isis

Manifestavano pubblicamente l'adesione allo Stato islamico e condividevano la propaganda del Califfato invitando alla guerra santa contro gli infedeli

Redazione
Due tunisini, in Sicilia con permesso di soggiorno, avevano giurato fedeltà all'Isis

Foto ANSA

Erano pericolosi per la "sicurezza dello Stato", due presunti terroristi islamici di nazionalità tunisina, che risiedevano in Sicilia. Un 27enne che era in Italia dal 2011 e alloggiava a Scicli (Ragusa) con regolare permesso di soggiorno è stato espulso giovedì insieme ad un connazionale, un 31enne anche lui residente nel Ragusano, sempre con permesso di soggiorno. In base a quanto rilevato durante le indagini, entrambi i soggetti gravitavano in ambienti vicini all'estremismo religioso musulmano, e manifestavano in particolare sui social network la loro adesione allo Stato islamico, condividendo appelli a giurare fedeltà all'Isis e mantenendo i contatti con persone del loro stesso orientamento, invitando alla guerra santa contro gli infedeli e cercando di reclutare sempre nuovi adepti.

Il 27enne era anche stato segnalato dai servizi di intelligence per aver tentato, in passato, di raggiungere la Siria, partendo dalla Francia, con il supporto di una filiera di reclutamento. Era stato poi dissuaso dai genitori che lo avevano convinto a rientrare in Italia. Nel novembre del 2015 era partito dall'aeroporto di Catania per Istanbul, rientrando poco dopo dalla Turchia. In merito al profilo di aspirante combattente, la sua posizione è stata valutata dal Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (CASA) nel gruppo tecnico che monitora il fenomeno dei foreign fighter italiani. Dopo indagini dei carabinieri, è stata confermata la sua adesione ideologica allo Stato Islamico; per entrambi i soggetti è stato disposto il rimpatrio, con un volo decollato da Fiumicino alla volta di Tunisi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Nave anti invasione, parla il comandante: "In mare per monitorare le attività delle Ong"
nel mediterraneo la Missione "Defend Europe"

Salpa il blocco navale: "Monitoriamo le attività delle Ong"

Martina, chi era costui?
il ministro pd alla berlina su eunews

Martina, chi era costui?


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU