la discarica dei veleni

Processo Bussi, sentenza il 31 gennaio

L'avvocato dello Stato: ''Questo processo è paradigmatico della difficoltà di individuare le responsabilità penali degli autori di fatti e di condotte anche molto risalenti nel tempo"

Redazione
Processo Bussi, sentenza il 31 gennaio

Foto ANSA

 È stato rinviato all'11 gennaio 2017 il processo in Corte d'Assise d'Appello all'Aquila, che si è aperto lunedì 19, relativo alla mega discarica dei veleni scoperta a Bussi sul Tirino (Pescara). Il presidente del collegio giudicante, Luigi Catelli, d'intesa con le parti, ha fissato un fitto calendario di udienze a gennaio. L'11 sarà la volta delle requisitorie dei due procuratori generali Romolo Como e Domenico Castellani.


La sentenza è prevista il 31 gennaio. Dopo una breve camera di consiglio, il collegio giudicante della corte d'assise d'Appello, presieduto dal giudice Aldo Manfredi, ha respinto l'istanza di uno degli avvocati difensori, Tullio Padovani, che in avvio della prima udienza aveva chiesto la sospensione del processo in attesa che si esprima la Corte costituzionale - data prevista il 7 febbraio 2017 - sulla legittimità della cosiddetta 'legge Cirielli', che ha ampliato i termini di prescrizione del reato di disastro colposo da 7 anni e 6 mesi a 15 anni.


''Gli inquinamenti "storici", in particolare quelli riguardanti le falde idriche (che non si vedono, ma che perdurano) devono rimanere un costo a carico della collettività oppure vale anche per essi il principio che chi li ha provocati li debba "pagare"?''. Se lo chiede Cristina Gerardis, avvocato dello Stato e da quasi due anni direttore generale della Regione Abruzzo. Gerardis ha rappresentato la parte civile al processo in Assise a Chieti e che si è risolto con il proscioglimento o prescrizione dei 19 imputati. ''Questo processo è paradigmatico della difficoltà di individuare, con l'incisività propria della responsabilità penale, gli autori di fatti e condotte anche molto risalenti nel tempo. Oltre alle discussioni in punto di stretto diritto, ineliminabili in un contesto giudiziario, mi aspetto che questa seconda fase di merito consenta di dare risposte consapevoli anche a questo interrogativo''.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU