Terrorismo islamico

Poteva essere un'altra strage: trovata una bomba a Bali, in Indonesia

La bomba era stata lasciata per la strada, davanti ad un ristorante. Le autorità sospettano che possa essere stata piazzata da una brigata locale dell'Isis

Redazione
Poteva essere un'altra strage: neutralizzato un ordigno a Bali, in Indonesia

Il ristorante dove c'era la bomba. Da smh.com.au

La polizia indonesiana ha reso noto martedì di aver neutralizzato una bomba in una località turistica dell'isola di Bali, la principale destinazione turistica del paese. Gli artificieri hanno fatto esplodere in modo controllato l'ordigno che è stato ritrovato fuori da un ristorante di Ubud, uno dei comuni dell'isola, che è la principale destinazione turistica del paese. Il proprietario del locale, andando ad aprire l'attività, ha notato uno zaino abbandonato sulla strada, si è insospettito ed ha avvertito le autorità. Le forze di sicurezza intervenute hanno confermato che si trattava di un ordigno esplosivo, allontanando i residenti prima di farlo brillare.

È stata aperta un'inchiesta per scoprire ci sia dietro la bomba; gli inquirenti concentrano i loro sospetti sul terrorismo di matrice islamista. Solo nelle ultime settimane, sono stai infatti fermati una dozzina di membri di una cellula jihadista che stava progettato un attentato nella capitale indonesiana, Giacarta. Fonti governative ritengono che dietro il disegno criminale ci sia Bahrun Naim, uno dei leader di Katibah Nusantara, una brigata dello Stato islamico formata da militanti di lingua malese residenti nelle Filippine, in Indonesia e Malesia. Bali è stata teatro di diversi attacchi terroristici negli ultimi anni, che hanno causato diverse vittime tra i turisti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU