religione di pace e amore

Il killer della strage in Florida confessa: "Ho agito in nome dell'Isis"

L'uomo accusato di aver ucciso cinque persone all’aeroporto di Fort Lauderdale, in Florida, il 6 gennaio scorso, ha confessato agli agenti dell'FBI di aver effettuato l’attacco in nome dello stato islamico

Redazione
Il killer della strage in Florida confessa: "Ho agito in nome dell'Isis"

Foto cronaca

Esteban Santiago, l’uomo accusato di aver ucciso cinque persone all’aeroporto di Fort Lauderdale, in Florida, il 6 gennaio scorso, ha detto agli agenti dell’FBI di aver effettuato l’attacco in nome dello stato islamico. A rivelarlo è stato l’agente speciale del Bureau, Michael Ferlazzo, durante la sua testimonianza in tribunale. L’agente, alla Cnn, non ha spiegato se Santiago sostiene di avere legami con il Califfato o se è stato solo ispirato dall’organizzazione terroristica. 


Secondo le autorità federali in Alaska, lo stato dove il killer ha la residenza, Santiago aveva detto loro che, prima della sparatoria, sentiva delle voci e che la sua mente era controllata dalla Cia. L’agente dell’Fbi, invece, ha spiegato che Santiago non ha fatto alcuna affermazione del genere durante l’interrogatorio di sei ore condotto poco dopo l’attacco. La sua prossima comparizione in tribunale è fissata per il 30 gennaio.

L’uomo, nato in New Jersey ma originario di Porto Rico, ha 26 anni e viveva ad Anchorage. Da tempo soffre di problemi mentali (sembra come tutti i killer dell'Isis). Il 6 gennaio Esteban è atterrato a Fort Lauderdale proveniente proprio da Anchorage. Nell’area di ritiro bagagli ha preso la sua pistola dalla borsa, legalmente imbarcata insieme alle munizioni, e ha aperto il fuoco. Nel frattempo ci sono nuovi sviluppi anche sull’attacco al Pulse, il locale gay di Orlando, dello scorso giugno: l’Fbi ha arrestato la moglie del killer Omar Mateen. A riportarlo sono i media Usa, secondo cui Noor Salman sarebbe stata presa in custodia dagli agenti nella sua casa di San Francisco per aver ostacolato le indagini. La donna non avrebbe detto la verità in merito alle intenzioni del marito di commettere la strage.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU