immigrazione bastarda

Bastoni contro il nemico italiano, ormai è jungla

Due tunisini allontanati da un locale di Sanremo, si vendicano chiamando gli amici e organizzando un raid punitivo

Redazione
Bastoni contro il nemico italiano, ormai è jungla

Foto ANSA

Ormai è una jungla. Due tunisini allontanati dal "K Beach Club", un locale da ballo sanremese, perché privi di prenotazione tavolo, hanno pensato bene, anziché andare a fare baldoria altrove, di divertirsi organizzando in quattro e quattrotto un vero e proprio raid punitivo contro i due dipendenti del locale addetti alla sicurezza.

Molti altri, italiani e stranieri, sono stati respinti domenica sera, senza maleducazione e senza particolare selezione, semplicemente perché, trattandosi di una serata organizzata, era necessario aver prenotato precedentemente un tavolo.

I due immigrati tunisini, violenti e vendicativi, hanno chiamato una decina di loro amici, magrebini, e hanno organizzato una spedizione punitiva armati fino ai denti di bastoni e spranghe. Hanno aspettato la chiusura del "K Beach", e hanno atteso fuori dal locale i due addetti all’ingresso colpevoli solo di avere respinto i loro amici. Poi, hanno cominciato a menare fendenti.

Mentre i giovani sanremesi, che se ne stavano tornando a casa dopo il lavoro, si sono difesi, altre persone hanno chiamato i carabinieri che sono tempestivamente intervenuti e, insieme agli agenti di una pattuglia della polizia, sono riusciti a fermare l’aggressione prima che si trasformasse in un massacro.

Alla fine della rissa, i militari hanno arrestato 4 tunisini. Gli altri componenti della banda sono riusciti a fuggire. I due giovani sanremesi sono stati medicati in ospedale, ma per fortuna non hanno riportato gravi ferite. I carabinieri hanno sequestrato i bastoni e le spranghe degli immigrati violenti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Renzi si è dimesso. Annunciato il congresso del PD
i DISSIDENTI RESTANO SUlle LORO POSIZIONI

Renzi si è dimesso. Annunciato il congresso del PD

Adesso lo certifica anche l'Ocse: i clandestini ci stanno rovinando
quei dati shock che dan ragione ai populisti

Adesso lo certifica anche l'Ocse: i clandestini ci stanno rovinando


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU