CULT TV

Non è la Rai, uno dei programmi cult degli anni 90 compie 25 anni

Un prodotto televisivo di successo che contribuì a lanciare personaggi importanti nel mondo dello spettacolo e che catalizzò milioni di teenagers

Elena Salvarezza
Non è la Rai, uno dei programmi cult degli anni 90 compie 25 anni

Uno dei programmi di intrattenimento di maggior successo negli anni 90, “Non è la Rai” compirà il prossimo settembre 25 anni. Ideato da Gianni Boncompagni e Irene Ghergo, andò in onda dal 9 settembre 1991 al 30 giugno 1995 per quattro edizioni, in diretta dallo studio 1 del Centro Palatino di Roma e trasmesso sulle reti Fininvest. Mediaset Extra celebra anticipatamente il programma mandando in onda da lunedì a sabato alle 9:30, e il giorno dopo in replica alle 6:25, le puntata di “Non è la Rai Estate“. 

Animavano il programma quiz, esibizioni musicali in piscina, gare tra more contro bionde, balletti e giochi telefonici, ma le vere protagoniste della scena erano loro, le ragazze di “Non è la Rai”. Adolescenti vestite con abitini corti e colorati che davanti alle telecamere ballavano e cantavano, rigorosamente con archetto e in playback, ma senza mai cadere nella volgarità o nel cattivo gusto. Fu un successo. 
Boom di ascolti e milioni di studenti, giovani e mamme, tutti catalizzati davanti al maxi schermo. Un prodotto televisivo che contribuì a lanciare personaggi importanti nel mondo del teatro, della musica, del cinema e dello spettacolo come Claudia Gerini, Yvonne Sciò, Nicole Grimaudo, Sabrina Impacciatore, Antonella Elia, Antonella Mosetti, Miriana Trevisan, Romina Mondello, Laura Freddi, Alessia Mancini, Alessia Merz, Francesca Pettinelli e tante altre. Difficile era farsi notare tra centinaia di ragazze e riuscire a far puntare su di sé l’occhio vigile della telecamera, ma loro ce l’hanno fatta. 

Paolo Bonolis ed Enrica Bonaccorti furono i primi conduttori della trasmissione, mentre le ultime due edizioni furono condotte proprio da una di loro, Ambra Angiolini, la ragazzina prodigio che con la spensieratezza dei suoi 16 anni condusse il programma solo con gli aiuti che arrivavano da Boncompagni attraverso l’auricolare. Diventata un’attrice del cinema italiano, fu proprio “Non è la Rai” a regalarle la popolarità e i mezzi per proseguire la sua carriera: “T’appartengo” fu il suo album d’esordio e il singolo, ballato e cantato in trasmissione, diventò da li a breve un tormentone per tutte le teenagers. 
Dopo questa esperienza molte ragazze non hanno continuato nel campo dello spettacolo, ma sono tornate alla propria vita: c'è chi è diventata mamma come Pamela Petrarolo, chi ha finito gli studi e chi è tornata nell'anonimato, ma con un bagaglio più grande da ricordare.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Nel mondo islamico furoreggia il porno
I video in rete vanno a ruba

Nel mondo islamico furoreggia il porno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU