operazione della guardia di finanza

Manette per Coppola e Ricucci. Giro di fatture false per 1 milione

170 Fiamme Gialle in azione. L'indagine si inserisce in un più ampio contesto investigativo relativo al fallimento di una delle società del gruppo Magiste, riconducibile al noto immobiliarista

Alfredo Lissoni
Manette per Coppola e Ricucci. Giro di fatture false per 1 milione

Foto ANSA

Manette per Stefano Ricucci e Mirko Coppola. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due imprenditori è stata emessa per i reati di emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta. Le fatture per operazioni inesistenti, per importi complessivamente superiori al milione di euro, sarebbero state, per Ricucci, lo strumento per ottenere un'ingente liquidità finanziaria. L'indagine si inserisce in un più ampio contesto investigativo relativo al fallimento di una delle società del gruppo Magiste, riconducibile all'immobiliarista, che ha visto mercoledì mattina più di 170 finanzieri eseguire 40 perquisizioni tra Lazio, Lombardia e Campania nei confronti di 10 soggetti indagati, tra i quali Nicola Russo, magistrato del Consiglio di Stato nonché componente della Commissione Tributaria Regionale, e passare al setaccio società ad essi riconducibili per i reati di rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio, corruzione in atti giudiziari, emissione di documenti per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta.

In particolare, gli inquirenti hanno posto l'attenzione sull'acquisto, effettuato da un commercialista di Milano, Filippo Bono, di alcune posizioni creditorie vantate da società apparentemente terze nei confronti della società fallita che sono state poi rivendute nuovamente a Stefano Ricucci. In questo contesto, Mirko Coppola, indagato anch'egli per aver emesso fatture false, ha messo in contatto il commercialista milanese con Stefano Ricucci. Tra le posizioni creditorie acquisite un credito Iva pari ad oltre 20.000.000 di euro, vantato dalla Magiste real estate property S.p.A. nei confronti dell'Agenzia delle Entrate, in attesa di rimborso in quanto oggetto di contenzioso in Cassazione.

Le anomalie rilevate hanno consentito di confermare l'interesse di Stefano Ricucci a rientrare in possesso degli asset immobiliari e dei crediti nell'ambito dalla procedura fallimentare, acquisire elementi che confermano una conoscenza diretta tra Stefano Ricucci e Nicola Russo, giudice relatore della sentenza di secondo grado che ha annullato la pretesa fiscale dell'Erario, rilevare contatti telefonici, nel periodo compreso tra la data della decisione e quello dell'emanazione della sentenza, tra Nicola Russo e Liberato Lo Conte, soggetto riferibile all'immobiliarista e infine accertare la presenza di fatture per operazioni inesistenti tra la Lekythos s.R.L., amministrata da Ricucci, e la Pdc Consulting s.R.L., riconducibile a Coppola e formalmente amministrata da un suo prestanome, Luciano Colavecchi.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU