accade a milano

Le anziane? In mezzo alla strada! Per la Onlus, meglio le clandestine

Le 25 ospiti della casa di riposo di via Agordat sono di troppo, e Arca onlus sgomita per far spazio alle immigrate

Redazione
Le anziane? Fuori dalle b*****. Per la Onlus, meglio le clandestine

Foto da internet

A raccontarlo nessuno ci crederebbe. Invece è tutto vero, le 25 anziane rischiano di essere messe alla porta dalla onlus Arca che, lo sappiamo, ha per vocazione quella di gestire e occuparsi di accoglienza. Di tutta? Ma ci mancherebbe altro! Le 25 anziane di via Agordat a Milano nella loro residenza si sono sempre sentite a casa. Abitano lì ormai da anni e ognuna ha arredato la propria stanzetta con i ricordi più cari e gli oggetti più preziosi della vita. Quadri, foto, copriletto, regali dei nipotini.

Tutto ha inizio due settimane fa. Quando nella sala comune della residenza per anziani si sono presentate delle donne di colore, immigrate, con indosso delle tute grigie. Sono state accolte e assistite. I volti visibilmente turbati. Ora, dopo solo qualche settimana, quelle turbate sono le signore anziane. Le nuove ospiti, tutte ovviamente clandestine, in pochi giorni si sono ambientate fin troppo bene. Indossano abiti sgargianti, mangiano ad ogni ora, oziano, hanno di fatto "occupato" l'intero giardino della residenza, relegando le vecchiette nelle loro stanzette, e parlano tutto il giorno al cellulare. Hanno sconvolto la quiete e la riservatezza dell'intera struttura; infatti, di pomeriggio, quando non escono a farsi lunghi giri in via Padova, in uno dei quartieri più difficili e degradati della città, aprono le porte ad ospiti uomini. Un bel via vai.

Oltre al danno, la beffa. A quanto pare, alle vecchiette è stato intimato dai gestori della struttura di lasciare la residenza. Una sorta di sfratto forzato che si manifesta con un mobbing inaspettato. Le anziane non hanno più i loro spazi, hanno dovuto lasciare liberi due piani della residenza. Gli organizzatori hanno fatto capire che non possono più occuparsi di loro: c'è un'emergenza profughi in corso e devono fare spazio alle nuove arrivate. L'associazione Arca onlus che  già gestisce l'hub a pochi metri dalla stazione Centrale, dove ogni settimana arrivano decine e decine di migranti, ha rilevato la struttura dalle ex proprietarie, le Suore del Crocefisso che, nel contratto, avevano cercato anche qualche garanzia per tutelare le anziane, e si erano assicurate che ognuna di loro fosse lasciata nella sua stanza. Ma si sa, la solidarietà ha la precedenza su tutto e tutti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi
salvati, han ringraziato a pugni

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU