Furto sventato

Venezia, paura in Piazza San Marco: tentano una rapina accendendo fumogeni

Il tentativo dei malviventi di rapinare una gioielleria è andato a vuoto grazie ad un turista, che si è messo a urlare richiamando le forze dell'ordine

Redazione
Venezia, paura in Piazza San Marco: tentano una rapina accendendo fumogeni

Foto ANSA

Attimi di panico nella tarda mattinata di venerdì in Piazza San Marco a Venezia, dove un gruppo di malviventi ha tentato di compiere una rapina ai danni di una gioielleria, utilizzando un diversivo per sviare l'attenzione dei presenti e delle forze dell'ordine. Nella famosissima piazza sono stati accesi dei fumogeni, che hanno dato l'impressione di un incendio proveniente dal campanile; molta paura tra i turisti presenti, ma nessuno è rimasto ferito. A tentare il colpo sarebbero state almeno quattro persone: due hanno acceso e gettato i fumogeni, mentre altri due hanno cercato di introdursi nei locali del negozio preso di mira. L'azione era stata pianificata con accuratezza: le immagini delle telecamere mostrerebbero uno dei banditi mentre guarda per sette volte il proprio orologio, per coordinare l'azione con gli altri malviventi.

"Sono riusciti ad entrare nella gioielleria fingendosi clienti, uno dei due pare avesse una pistola, ma i nostri dipendenti hanno reagito con coraggio, dando l'allarme e facendoli fuggire" ha raccontato il presidente del gruppo Damiani, Guido Damiani. "Ho parlato con la direttrice e mi ha spiegato che sono riusciti a entrare fingendosi clienti. Ne è entrato prima uno, all'apparenza sembrava un cliente e gli è stato aperto, poi una volta all'interno ha fatto entrare anche il complice, che avrebbe estratto una pistola. Per fortuna il nostro personale non ha subito conseguenze e non è stato portato via nulla. La direttrice ha avuto grande presenza di spirito, quando ha capito cosa stava accadendo ha fatto scattare l'allarme ed ha picchiato con le mani sulle vetrine per richiamare l'attenzione verso l'esterno".

Il tentativo è andato a vuoto grazie a un turista e alla prontezza di spirito delle due commesse del negozio. A raccontare ai giornalisti la dinamica dei fatti è il capo maitre dello storico Grancaffè Quadri: "Il cliente ha visto che mentre una persona ha creato un diversivo gettando un fumogeno in mezzo alla piazza altre due volevano introdursi nella gioielleria. Ha iniziato a urlare, richiamando le forze dell'ordine in piazza. Grazie a lui si è evitato il peggio - continua - perché in quel momento lo sguardo di tutti era rivolto verso il punto dove era stato gettato il fumogeno". Pronta anche la reazione delle due commesse che senza perdere tempo hanno sbarrato le porte del negozio di preziosi. A quel punto i rapinatori, vedendo le forze dell'ordine correre nella loro direzione, si sono dati alla fuga tra le calli.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"
ormai non ci crede più neanche lui

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU