Fallimento del Governo

Invasione senza fine: record di 5.500 clandestini in Sicilia in soli due giorni

Recuperati al largo della Libia e traghettati da noi, provengono da Bangladesh, Nigeria, Costa d'avorio, Guinea e altre zone dove non risultano esserci guerre

Redazione
Invasione senza fine: record di 5.500 clandestini in Sicilia in soli due giorni

Foto ANSA

L'ondata di sbarchi senza precedenti che in soli due giorni ha portato in Italia almeno 5.500 immigrati clandestini dimostra come sia inutile l'accordo farsa stretto con la Libia dal governo Gentiloni. Purtroppo il ministro Alfano ha scelto l'interlocutore sbagliato, firmando un patto con Fayez Al Serraj che controlla solo una minima parte di territorio dello Stato nordafricano dal quale parte il maggior numero di coloro che vengono poco dopo raccolti dalle navi che fanno servizio traghetto verso il nostro Paese. Altri 2.400 immigrati, caricati a bordo tra domenica e lunedì al largo della Libia, sono stati destinati in Sicilia e vanno ad aggiungersi agli oltre tremila già recuperati tra sabato e domenica.

La nave Dattilo della Guardia costiera, che ne ha imbarcati 1.477 nel corso di sette operazioni, ha ricevuto ordine di sbarcarli nel porto di Augusta. Destinazione Catania invece per i 946 passeggeri della nave Aquarius di Sos Mediterranee, raccolti su sette gommoni e due barconi a 20-25 miglia a nord di Sabratha, con il supporto di nave Minden della Ong Life boat. A bordo 818 uomini e 128 donne, undici delle quali in stato di gravidanza: i minori sono 248 di cui 214 non accompagnati: provengono in maggioranza da Bangladesh, Nigeria, Costa d'avorio e Guinea Conakry e da altri Paesi dell'Africa sub sahariana nei quali non risultano esserci conflitti in corso. Tradotto, non fuggono da nessuna guerra...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni
ennesima rissa tra pakistani in brianza

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU