decisione del comune dopo l'atto intimidatorio

Buddusò: dopo la bomba, nessuna accoglienza migranti

L'agriturismo olbiese che avrebbe dovuto ospitare i clandestini, e che è stato fatto saltare in aria, non aprirà i battenti

Redazione
Buddusò: dopo la bomba, nessuna accoglienza migranti

Buddusò, il paese del nord Sardegna dove giovedì è stata fatta esplodere una bombola del gas in una struttura che avrebbe dovuto ospitare un gruppo di profughi, dice no alla violenza, ma non accoglierà più i migranti.

Sabato mattina, durante un Consiglio comunale straordinario, convocato a seguito del grave atto intimidatorio, il sindaco Giovanni Antonio Satta ha denunciato come "troppo spesso gli amministratori siano lasciati soli", mentre in paese sono in tanti a condannare la violenza. Ma l'agriturismo, attualmente chiuso, che avrebbe dovuto ospitare i migranti, e che è stato fatto saltare in aria, non aprirà i battenti.


I proprietari della struttura, infatti, hanno fatto sapere oggi di aver ritirato la disponibilità ad accoglierli. "Abbiamo lavorato tanto per rendere il paese più accogliente", ha detto il primo cittadino riferendosi all'attentato, "ci abbiamo messo sei anni a riportare un po' di serenità e in una notte hanno distrutto tutto".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU