Se ne fregavano di qualsiasi legge

Terra dei fuochi: 69 denunciati per il deposito illegale di rifiuti pericolosi

Olii esausti e acque reflue nelle fogne, fumi ed esalazioni senza alcuna protezione, gomme per strada, discariche attività e immobili tutto abusivo

Redazione
Terra dei fuochi: 69 denunciati per il deposito illegale di rifiuti pericolosi

Una discarica abusiva. Foto ANSA

Olii esausti di officine meccaniche e acque reflue di autolavaggi o di attività per la lavorazione di pellame sversati direttamente nelle fogne pubbliche. Fumi ed esalazioni pericolose di autocarrozzerie immessi in atmosfera, senza alcuna protezione e autorizzazione. Oltre 3.000 gomme usurate lasciate per strada in maniera incontrollata e centinaia di sacchi contenenti scarti di lavorazioni tessili tenuti a deposito negli opifici in attesa di smaltimento irregolare, dato che dei formulari previsti dalla Legge per il carico e lo scarico dei rifiuti non c'è traccia. Ma anche lavoratori in nero, senza alcuna forma di tutela assistenziale e previdenziale. È quanto accertato dai controlli dei carabinieri di Napoli e Caserta nel corso di servizi organizzati per evitare sversamenti illeciti e tutelare l'ambiente nei territori delle 2 province, dove insiste la Terra dei fuochi. Controlli che hanno portato lunedì 17 ottobre alla denuncia di 69 persone per reati ambientali e al sequestro o alla sospensione di 34 attività che operavano illegalmente.

A San Giovanni a Teduccio è stata scoperta un'azienda per la creazione di borse senza autorizzazione sanitaria e con 4 lavoratori a nero. A Giugliano in Campania sono stati denunciati un geometra e un operaio, direttore dei lavori e impiegato di una ditta appaltatrice di lavori presso uno store in allestimento in un centro commerciale, responsabili di aver realizzato una discarica abusiva a cielo aperto depositandovi i rifiuti provenienti dai lavori. Tre cittadini di Villaricca avevano allestito 3 attività di carrozzeria e di elettrauto in immobili abusivi, il tutto senza alcuna autorizzazione per lo scarico dei rifiuti reflui, per l'emissione in atmosfera e per lo smaltimento dei rifiuti.

Due cittadini di Villaricca sono ritenuti responsabili di abusivismo edilizio e scarico abusivo in fogna in qualità di gestori di un parcheggio/lavaggio: un'area di 1.500 mq era stata adibita abusivamente a parcheggio con la realizzazione di immobili abusivi inerenti l'attività e con lo sversamento illegale delle acque reflue direttamente nella rete fognaria pubblica. A Qualiano un calzaturificio era stato avviato abusivamente in un seminterrato e le acque reflue andavano direttamente nelle fogne; sono state riscontrate anche emissioni in atmosfera pericolose e nel seminterrato sono stati trovati rifiuti di ogni genere. A San Giuseppe Vesuviano è stato denunciato il titolare di un'officina per la lavorazione di metalli sprovvisto di formulario per lo smaltimento dei rifiuti e dell'autorizzazione a immettere i fumi in atmosfera.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU