Illusioni renziane

Sull'emergenza invasione il colpevole Renzi è costretto a dar ragione a Salvini

"O l'Europa sugli immigrati si muove, o l'Italia farà da sola". Il leader leghista: "Sono anni che glielo diciamo, ma ha sempre fatto finta di non capire"

Redazione
Sull'emergenza invasione il colpevole Renzi è costretto a dar ragione a Salvini

Matteo Renzi e Matteo Salvini. Composizione da foto ANSA

Da New York, dove i leader mondiali erano riuniti per affrontare all'Onu l'emergenza immigrazione, lunedì 19 settembre sono risuonate parole che innumerevoli volte erano state pronunciate da Matteo Salvini, accusato ovviamente di razzismo, xenofobia ed altro da buonisti più o meno interessati: "O l'Europa sugli immigrati si muove, o l'Italia farà da sola". Un'incursione del leader leghista nella sala stampa americana, catapultato direttamente da Pontida? No, a dire queste cose è stato un altro Matteo, quello cosiddetto "sbagliato", ossia l'attuale presidente del consiglio che di cognome fa Renzi.

Ovviamente il premier si è dimenticato dei disastri prodotti sul tema dal governo che lui guida, limitandosi a qualche critica di facciata contro Bruxelles, a cui ha addossato tutte le colpe dell'incapacità di fermare l'ondata di clandestini che si sta riversando in Europa da due anni, senza naturalmente abbandonare i soliti triti e ritriti slogan buonisti della sinistra: "È un pericolo - ha infatti sottolineato - mettere insieme la questione migratoria e la questione terroristica".

Dopo Bratislava, dove aveva messo in scena un presunto strappo con Angela Merkel e Francois Hollande, Renzi spaventato dai sondaggi che danno il suo gradimento in caduta libera e la sicura sconfitta al referendum costituzionale, cerca così di recuperare un po' di terreno sui populisti fingendo di adottare alcune delle loro storiche battaglie, quelle stesse per le quali li schifava pubblicamente fino a pochi giorni fa. Fingendo di opporsi a Bruxelles su emergenza immigrazione e fiscal compact, tenta di raccattare qualche voto da un elettorato sempre meno europeista.

Com'era facile ipotizzare, si tratta quindi dell'ennesimo disperato tentativo da parte del presidente del consiglio di illudere i cittadini per accaparrarsi il loro consenso, senza alcuna reale volontà di scontro con i burattinai Ue. Non si è fatta attendere la replica di Matteo Salvini, che ha fatto notare l'incoerenza del premier: "È da anni che la Lega glielo dice, ma non l'ha ancora capito! O meglio - specifica su Facebook il leader leghista - fa finta di non capire, perché voti (e soldi) fanno gola a tutti". In coda al post, il significativo hashtag #renziclandestino



Il post di Matteo Salvini

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU