degrado e delinquenza sotto casa

Fantasmi a Rozzano: alveari di criminali e senzatetto nella città sotterranea alla "King of NY"

Lugubri "loculi" arredati con mezzi di fortuna e deposito di auto rubate nei garage mai portati a termine

Redazione
Fantasmi a Rozzano: alveari di criminali e senzatetto nella città sotterranea alla "king of NY"

Foto d'archivio

Una necropoli alla King of New York, il famoso film con protagonista Di Caprio che parlava della NY sotterranea, sconosciuta, parallela alla città a cielo aperto, dove delinquenza, gangster e degrado dilagavano e dilaniavano piano piano la vera città.

Rozzano, non è proprio la grande mela ma, nascosta nascosta dalla vegetazione e sconosciuta ai più, cresce come un alveare una città parallela, sotterranea, dove vivono senzatetto, disagiati italiani e stranieri, clandestini inclusi, e dove la malavita gestisce indisturbata affari illeciti.

La città sotterranea si trova in via Guido Rossa, a pochi passi dal liceo scientifico Calvino e a non più di trecento metri dal cuore della città, il municipio di piazza Foglia. Un’area vasta quanto un centro commerciale, dove avrebbero dovuto essere realizzati duecento garage ma, la ditta costruttrice, è fallita abbandonando il cantiere a metà dell’opera.

Un centinaio di box ultimati, compreso l’allacciamento della luce e le serrande a ogni singolo garage, per altri cento circa realizzate solo le fondamenta, trasformati in un susseguirsi di lunghe gallerie con decine di garage trasformati in veri e propri appartamenti monolocali, arredati con mezzi di fortuna. In una decina sono presenti letti matrimoniali, comodini, tavoli, sedie, armadi, stendini per la biancheria e bidoni trasformati in bagni di fortuna. Tavole ancora imbandite e lettini per i piccoli sono il segno, insieme ad alcune foto, che in questa città fantasma vivono anche interi nuclei familiari.

Dall'esterno si fatica a vedere l'ingresso. La vegetazione ha sommerso e nascosto tutto. Una scalinata porta nel sottosuolo, completamente invisibile. Da qui, nonostante i nastri bianco e rossi messi dalla polizia locale che avvisano che si tratta di area posta sotto sequestro e le recinzioni parzialmente divelte, si entra nella città fantasma, come chi la abita. Le gallerie sono deserte, e una parte, quella terminale, è un deposito di auto rubate e smantellate. 

Verosimilmente, nella città nascosta nel sottosuolo rozzanese ci vivono dalle trenta alle cinquanta persone, ma potrebbero essere molte di più. Difficile avere un censimento preciso. Di giorno gli abitanti spariscono, si dileguano, per paura dell'arrivo della Polizia o dei controlli, e ci ritornano solo quando ormai è notte, dopo una giornata passata a mendicare o a delinquere. Come fantasmi, nella città fantasma.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU