E se lo dice lui...

Emiliano accusa: "PD connivente con la mafia. Con Renzi la tecnica del baratto"

Il governatore della Puglia ha lanciato accuse molto pesanti al suo stesso partito e all'ex premier: "Prima sfrutta gli amministratori del Sud, poi li mortifica"

Redazione
Emiliano accusa: "Pd connivente con la mafia. Con Renzi, logica del dare per avere"

Foto ANSA

"La corruzione è come la mafia o ci convivi o fai la guerra. Il Pd non ha mai dichiarato guerra ne' alla corruzione ne' alla mafia, c'è una tendenza a convivere ancora molto netta. Dobbiamo dichiarare guerra, poi perderemo le elezioni forse, ma alla lunga si crea un legame solido con la comunità in nome della quale lavori". Lo ha affermato venerdì a Napoli il governatore della Puglia, Michele Emiliano, accusando il partito del quale si candida alla segreteria di connivenza con la criminalità organizzata.

Emiliano ha in Matteo Renzi l'obiettivo numero uno dei suoi attacchi. "Sono l'unico dei tre candidati a non aver mai fatto parte del governo Renzi" ha sottolineato. "Non ho responsabilità dei disastri fatti da quel governo. Vogliamo liberare gli amministratori del Sud, quelli che Renzi ha definito notabilato, perché lui prima li sfrutta e poi li mortifica come ha fatto la sera del 4 dicembre. Io invece - ha proseguito - vorrei provare a liberare gli amministratori di questa regione dalla tecnica del baratto. Evitare che questa città e questa regione siano condizionate nei rapporti con il governo".

"Io non pretendo voti con le minacce, li chiedo con cortesia. Non c'è sindaco della mia regione - ha affermato - che può riferire gli abbia detto 'votami altrimenti mi arrabbio'. Noi dobbiamo invertire questa prassi del 'do ut des' per cui si promettono voti per fare il capolista". E ancora: "In questa città hanno conosciuto il Renzismo e hanno testato anche Andrea Orlando, ma noi abbiamo la capa tosta per difendere i nostri principi. In questo senso - ha concluso - stimo Antonio Bassolino, uno che quando gli hanno permesso di candidarsi lo ha fatto rappresentando la città. Mi dispiace il suo silenzio sulle primarie che penso viva con dolore ma non confondo la vicinanza umana con il sostegno politico".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate
Dati choc dell'università Milano-Bicocca. Il maggior numero tra le egiziane

Scandalo infibulazione: in Italia 80mila donne mutilate

Marocchino accoltella imprenditore. Che gli spara
Renzi il diffamatore
Ancora Tu? Ma non dovevamo vederci più!?

Renzi il diffamatore


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU