Fuoco incrociato

La Merkel assediata dopo la mattanza al mercatino, ma lei difende l'accoglienza

Attacchi alla cancelliera da parte dell'AFD, che chiede di tornare a controllare i confini, e della CSU che propone una revisione della politica sui profughi

Redazione
La Merkel assediata dopo la mattanza al mercatino, ma lei difende l'accoglienza

Angela Merkel. Foto ANSA

Si infiamma in Germania il dibattito politico dopo la strage al mercatino di Natale a Berlino. La cancelliera Angela Merkel appare in grossa difficoltà e sotto assedio, sia da parte della destra populista dell'AFD che da parte della CSU, ossia l'ala bavarese del suo stesso partito. "Questi sono i morti della Merkel!" aveva tuonato subito dopo la mattanza Marcus Pretzell, eurodeputato di Alternativa per la Germania, che da sempre ha una linea dura sul problema dell'immigrazione. Per Frauke Petry, la leader di AFD, "la Germania non è più sicura" di fronte al "terrorismo dell'islamismo radicale", almeno da quando la cancelliera ha aperto il Paese nel 2015 a 900.000 clandestini e altri 300.000 sono poi arrivati nel 2016. La principale accusata per aver spalancato in modo indiscriminato le frontiere tedesche all'ingresso di chiunque si dichiarasse profugo, ha comunque dichiarato di voler proseguire nel condurre una politica basata sull'accoglienza.

"L'ambiente nel quale questi gesti possono svilupparsi è stato negligentemente e sistematicamente importato in Germania nel corso dell'ultimo anno e mezzo", ha spiegato la Petry. Il partito auspica che "i nostri confini, lasciati irresponsabilmente aperti, vengano finalmente controllati di nuovo". Le ha fatto eco il suo compagno di partito Alexander Gauland: "I nostri confini devono essere controllati, così che nessuno possa entrare illegalmente, così che non possano essere fornite diverse identità, così che richiedenti asilo già noti alla polizia possano essere immediatamente respinti". La popolarità della Merkel è via via diminuita a causa dell'incontrollato afflusso di immigrati e dell'aumento di reati commessi da profughi, clandestini e richiedenti asilo; specularmente è aumentato i gradimento nei confronti dell'AFD, che è riuscito ad entrare in diversi parlamenti regionali e punta a un'affermazione a due cifre alle elezioni del settembre 2017.

Ad attaccare la cancelliera sono anche gli esponenti della CSU, ossia l'ala bavarese dello stesso partito del quale lei è segretaria, che ha rinnovato dopo la strage la richiesta di una revisione della politica dei profughi. Il ministro dell'Interno della Baviera, Joachim Hermann, ha detto a Deutschlandfunk che il governo del Land ha istituito un gruppo di lavoro che in due settimane produrrà proposte concrete per ripensare la politica sui migranti. "Non si tratta di fare generalizzazioni sui profughi", ha detto Hermann, "ma il pericolo di attentati islamici in Germania è evidente". Le proposte saranno poi portate nel Bundestag per la discussione, ha concluso Hermann. La polemica politica, esplosa con forza già a poche ore dall'attentato, occupa le pagine politiche di tutti i quotidiani tedeschi. Oltre agli attacchi dei populisti di AFD, sono proprio le dichiarazioni del leader della CSU Horst Seehofer sulla revisione della politica dei profughi a tenere banco.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"
e fu così che sparì pyongyang

Corea del Nord: "La guerra è inevitabile"

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU