Promesse per far votare sì

PD, De Luca accusato di voto di scambio: la Finanza negli uffici della regione

Ascoltati dal pubblico ministero quattro componenti dello staff del governatore, che ha copmmentato: "Blitz e contro blitz non mi fanno né caldo né freddo"

Redazione
PD, De Luca accusato di voto di scambio: la Finanza negli uffici della regione

Vincenzo De Luca. Foto ANSA

I militari del Nucleo di Polizia tributaria della Gdf si sono recati martedì nella sede della Regione Campania per acquisire l'eventuale elenco dei sindaci che parteciparono all'incontro con il governatore PD Vincenzo De Luca durante la campagna per il sì alla riforma costituzionale, vicenda che ha dato avvio ad un'inchiesta dopo la diffusione dell'audio della riunione: De Luca invitò con un linguaggio colorito i presenti ad impegnarsi attivamente per il voto referendario, in cambio di benefit personali, tra cui grasse abbuffate a base di fritture di pesce e assunzioni in società partecipate.

Il provvedimento eseguito dalla Guardia di Finanza è stato voluto dal pm Stefania Buda, titolare dell'inchiesta in cui si ipotizza il reato di induzione al voto di scambio nei confronti di De Luca. Ciò che gli inquirenti intendono accertare, in particolare, è chi possa aver partecipato all'incontro per poi verificare eventuali promesse e pressioni per convincerli a impegnarsi a favore della campagna referendaria per il sì. La vicenda ha suscitato molte polemiche per il tenore e il contenuto delle frasi dette dal governatore; "Una battuta", liquidò lui la questione nei giorni successivi.

Sempre nella giornata di martedì il pm ha ascoltato, in qualità di persone informate dei fatti, quattro esponenti dello staff del governatore. In un primo momento il fascicolo era stato registrato al modello 45 tra le notizie di fatti non costituenti reato. In seguito il fascicolo è stato trasmesso al modello 21, con l'iscrizione di De Luca nel registro degli indagati: un passaggio tecnico - spiegarono gli inquirenti - necessario per poter procedere all'interrogatorio di alcuni testimoni. "Blitz e contro blitz non mi fanno né caldo né freddo", è stato il commento di De Luca.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU