in libreria il saggio di stefano restelli

Gaudí: la Sagrada Família e l’eredità del grande Gotico europeo

Con misurata gradualità, pagina dopo pagina prende forma e colore l’affresco di un’epoca pervasa di creatività e nostalgico ricordo del passato

Redazione
Gaudí: la Sagrada Família e l’eredità del grande Gotico europeo

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare della Sagrada Família di Barcellona! Probabilmente nessuna mano farebbe capolino, mentre qualcuna – o forse molte – comparirebbe se domandassimo chi vede in questo celebre edificio una bizzarra cattedrale ancora impegnata nella rincorsa al bel cielo dell’Europa. L’ultima cattedrale. La Sagrada Família e l’eredità del grande Gotico europeo è, non a caso, il titolo del volume che il giovane storico dell’arte Stefano Restelli ha voluto dedicare, dopo accurati studi, al capolavoro di Antoni Gaudí. Il quale, avverte subito l’autore nelle prime battute del corposo volume, edito da Leone Editore, non nacque come nuova cattedrale di Barcellona, ma come tempio espiatorio.

Perché, dunque, l’istinto del turista, del fedele o del semplice passante, guardando alle alte torri e al trionfo di forme e sculture che lo riveste, pensa quasi spontaneamente alle grandi chiese medievali? La domanda è il primo passo che Restelli muove alla volta di un viaggio di mille miglia, invitando il lettore a lasciarsi guidare attraverso il vario e imprevedibile mondo di Gaudí. Con misurata gradualità, pagina dopo pagina prende forma e colore l’affresco di un’epoca pervasa di creatività e nostalgico ricordo del passato, sul cui sfondo un artista geniale, con i suoi tormenti e le sue meritate conquiste, combatte la buona battaglia per il rinnovamento di un’architettura spesso giudicata priva di prospettiva.

Il giovane Gaudí ci viene presentato, con calibrato equilibrio tra ricchezza di documentazione e necessità di sintesi, ora sui banchi di scuola ora appena laureato, alle prese con le riflessioni del Manuscrit de Reus, da cui più tardi matureranno le sorprendenti intuizioni della Sagrada Família, oggetto della seconda parte del libro. Dalle forme d’ispirazione gotica disseminate nelle varie opere dell’architetto al rinnovamento del patrimonio formale delle grandi cattedrali, passando per l’inattesa scoperta dei simboli cristiani più tradizionali riproposti da Gaudí sulle pareti del tempio, L’ultima cattedrale riesce davvero a spiegare come, nonostante i secoli trascorsi, il nostro intelletto continui a “classificare” un monumento così moderno con categorie ereditate da un illustre passato.

L’autorevole prefazione di Jaume Serrallonga i Gasch, architetto presso l’attuale cantiere della Sagrada Família, e l’accurato saggio introduttivo di Giorgio Federico Siboni, storico dell’Università degli Studi di Milano, confermano l’indubbio interesse per un saggio che sembra destinato a far parlare; di sé, ma anche, beninteso, dell’arte di Gaudí.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni. Che scoppia a piangere
rabbia e indignazione per la "sparata" del sultano

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni

Tra i Sassi di Matera le sculture di Salvador Dalì
ricordando il genio del surrealismo

Tra i Sassi di Matera le sculture di Salvador Dalì


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU