Intervista al QN

Rigopiano, un amico del sopravvissuto: "Ho dato l'allarme, non mi hanno creduto"

Incredibile denuncia da parte di un professore, che afferma di aver chiamato in prefettura dove gli avrebbero risposto che stava raccontando cose non vere

Redazione
Rigopiano, un amico del sopravvissuto: "Ho dato l'allarme ma nessuno mi ha creduto"

Foto ANSA

"Quando al telefono ho lanciato l'allarme per soccorrere gli ospiti e i dipendenti dell'Hotel Rigopiano sepolti dalla slavina, la dirigente della prefettura non mi ha creduto": è l'incredibile denuncia di Quintino Marcella, titolare di un ristorante a Silvi Marina e professore dell'Istituto alberghiero dove studiava Giampiero Parete, lo chef che ha diffuso all'esterno l'sos, che in un'intervista pubblicata venerdì dal Quotidiano Nazionale ricostruisce quei drammatici momenti. "Giampiero mi ha telefonato verso le 17:30/17:40 dicendomi di chiamare la polizia. Urlava: aiuto, aiuto, l'albergo è stato raso al suolo, corri, corri, è tutto sommerso. Ho telefonato subito alla polizia, che mi ha passato gli uffici della prefettura. Mi hanno detto che alle 15 aveva già chiamato il direttore dell'albergo, e quindi non era vero quello che dicevo, perché il direttore tre ore prima li aveva tranquillizzati: è tutto ok".

Poi "la mia insistenza ha fatto sì che si muovessero. Ho composto tutti i numeri d'emergenza: 112, 113, 115, 117, 118, oltre a mandare messaggi ad amici e in paese. A Giampiero dicevo che stavano arrivando, non pensavo ci fossero tutte queste difficoltà. Mi ha richiamato la dirigente della prefettura alle 18:30 e mi ha fatto una domanda trabocchetto perché non si fidava: 'È sicuro che lei è davvero il signor Marcella? Mi sa dire chi è il sindaco di Farindola? Lo sa che lei può essere denunciato per falso?'", racconta Marcella, spiegando: "io al telefono ho risposto: il sindaco si chiama Ilario Lacchetta e io sono il prof Marcella. Allora hanno detto: ok, ci attiviamo". Con Parete "sono stato in contatto più di una volta tramite messaggi e telefono fino alle 23. Poi mi ha richiamato questa mattina. Sono stato in ospedale a trovarlo: sta bene, ma è confuso e piange disperato perché è preoccupato per i suoi figli di 6 e 8 anni, Ludovica e Gianfilippo, e per la moglie Adriana", racconta ancora il professore.

"La moglie - ricorda Marcella - aveva mal di testa e aveva bisogno di una medicina che era in macchina. Giampiero è uscito dall'albergo ed è andato in auto. Mentre stava tornando verso l'hotel ha sentito rumori e scricchiolii e ha visto la montagna che cadeva sull'albergo. È stato travolto anche lui parzialmente dalla slavina. Ha visto gran parte dell'albergo sepolto e ha cercato di entrare rischiando di rimanere intrappolato. Si è aggrappato a un ramo ed è riuscito a tornare verso la macchina. Ha incontrato il manutentore della struttura e mi hanno chiamato per chiedere aiuto. Dall'interno non ha sentito nessun rumore o movimento". Gli altri ospiti "avevano pagato e raggiunto la hall, pronti per ripartire non appena sarebbe arrivato lo spazzaneve. Gli avevano detto che sarebbe arrivato alle 15, ma l'arrivo è stato posticipato alle 19. Avevano preparato già le valigie, tutti i clienti volevano andare via".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU